Primo Bonacina (Achab): con le aziende che rappresentiamo facciamo da vendor per l’Italia

News
Primo Bonacina, Achab

Da aprile parte una nuova organizzazione interna per Achab che vede Primo Bonacina diventare Managing Director. Achab punta sulle sue capacità di fare scouting di nuova tecnologia, di accompagnare l’azienda nella sua crescita in Italia e nello stesso tempo di semplificare le cose all’utenza “con la sua vicinanza al reseller e un servizio chiaro”

E’ al via a partire ad aprile una nuova organizzazione interna per Achab, distributore di soluzioni software per la realizzazione di infrastrutture IT che hanno l’obiettivo di essere “semplici e performanti”. Come ricorda spesso Andrea Veca, CEO di Achab,” il nostro obiettivo è da sempre rendere semplice la vita dei nostri clienti, rivenditori e utenti finali, utilizzando tutti i mezzi a nostra disposizione: dal supporto tecnico e commerciale, ai vari canali di comunicazione”.

Primo Bonacina, Achab
Primo Bonacina

A dirigere le aree aziendali delle vendite, del marketing e del supporto tecnico è stato chiamato Primo Bonacina con la carica di Managing  Director. Suo compito esprimere presso la clientela dei reseller e dei systems integrator il valore delle soluzioni portate sul mercato italiano da Achab.  Da qui parte Bonacina nel corso di un incontro che ChannelBiz ha avuto nella sede milanese di Achab.

Il posizionamento di Achab sul mercato della distribuzione del software è spiegato in breve da Bonacina: “con le aziende che rappresentiamo facciamo da vendor per l’Italia” e nello stesso tempo da canale.  Per un’azienda non italiana che non ha una presenza diretta sul mercato italiano Achab fornisce la semplicità e la facilità di una gestione del canale commerciale che si è fatta nel tempo più complessa.

Mentre per i grandi vendor la copertura del mercato italiano anche su base geografica è un obbligo, Achab punta sulle sue capacità di fare scouting di nuova tecnologia, di accompagnare l’azienda nella sua crescita in Italia e nello stesso tempo di semplificare le cose all’utenza “con la sua vicinanza al reseller e un servizio chiaro”.  Achab si propone come interlocutore unico per il canale: prossimità, scouting, servizi e chiarezza.

Una dimostrazione di questo modo di operare è la recente apertura verso Webroot, che produce una soluzione antimalware che non utilizza signature, ma si appoggia all’intelligenza del cloud per bloccare le minacce IT. Insieme ad Avira che offre soluzioni di protezione IT a livello di server, workstation e dispositivi mobili, Webroot va a costituire uno dei cinque “pilastri” dell’offerta di Achab, quella riguardante la sicurezza IT e i proxy server.

Bonacina ricorda gli altri quattro:

Primo Bonacina, Achab
Primo Bonacina

–  IT Automation e management, cioè strumenti centralizzati per l’automazione e la gestione dell’IT, che ruotano intorno all’offerta di Kaseya.
– Gestione della email, che resta lo strumento di comunicazione aziendale per eccellenza e ruota attorno a Mdaemon ( mailserver per Windows ), prodotto storico di Achab.
–  Backup e disaster recovery, dove a BackupAssist per ambiente Windows si è aggiunto alla fine dello scorso anno Vembu, una soluzione che opera in ambienti fisici e virtuali (da Vmware a Hyper-V) e viene offerta anche sotto white label ai service provider.
–  Groupware e condivisione, dove Powerfolder fornisce una soluzione di condivisione, sincronizzazione e replica dei dati costruendo un cloud privato per ogni tipo di dispositivo.

Si tratta di un portfolio di offerta molto mirato –  afferma Bonacina – dove risaltano i pregi di un supporto post vendita specializzato “che deve farsi carico di una qualità di assistenza che prevede supporto tecnico di doppio livello con rispetto di SLA. In prospettiva Achab sembra alla partenza di un piano triennale, la cui prima tappa è il superamento di un fatturato di 5 milioni di euro nel corso di quest’anno. Il modello di business e di acquisizione di nuove soluzioni tecnologiche ruoterà sempre più attorno al cloud computing”.
 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore