Rafforzare l’impegno anche per le Pmi

Strategie

Brian Force Software amplia il target e posiziona l’azienda anche verso le piccole realtà imprenditoriali, il tutto con l’apporto di Indis e del software gestionale Visual Space

La scelta strategica di rafforzare l’offerta di soluzioni per l’enterprise resource management indirizzate alle Pmi ha portato la viennese Brain Force ad analizzare anche il panorama gestionale italiano. Analisi sfociata nell’acquisizione di Indis, software house milanese nota anche per il fatto di essere partecipata al 34% dal Il Sole24Ore. La presenza di Brain Force in Italia non certo è una novità: l’azienda ha già infatti attiva un’importante filiale nel nostro Paese (circa 300 persone) ed è il principale partner italiano di Microsoft in termini di numero d’installazioni sul versante Navision. Tuttavia, sinora aveva operato in prevalenza sul mercato delle imprese con più di 50 dipendenti. L’intenzione di allargare il target anche alle realtà di minori dimensioni l’ha spinta quindi a cercare “aiuto” a chi in quella fascia di mercato già ci operava da tempo. Sia la società milanese sia Brain Force sono da tempo partner Microsoft ed entrambi certificati sul sistema gestionale di fascia medioalta Axapta. Il prodotto di punta di Indis è però Visual Space, una soluzione che poggia sempre su piattaforma Microsoft e che oggi annovera circa 150 aziende utenti. Il prodotto, affiancandosi ad Axapta e Navision, completa in modo ottimale il listino Brain Force, fornendo un’adeguata copertura proprio sul segmento delle aziende con meno di 50 utenti. Per contro, l’acquisizione fornisce a Indis l’opportunità di disporre di una maggior numero di risorse vendita e tecniche, nonché di una più ampia copertura del mercato. “Per anni – ha spiegato Filippo Mancini, presidente di Indis – abbiamo pensato che saremmo confluiti nel Il Sole24Ore. Quando abbiamo capito che questa prospettiva non si sarebbe realizzata abbiamo iniziato a vagliare altre vie”. Il primo passo è stato quello di diversificare l’offerta: a tal fine, prima azienda in Italia, Indis ha ottenuto la certificazione Microsoft Axapta. Ha chiarito Macini: “Ci siamo presto resi conto di aver bisogno di un partner più grande per acquisire una maggiore massa critica, fattore ormai indispensabile sul nostro mercato di riferimento. Attraverso Brain Force, potremo proporre Visual Space ai potenziali distributori con una solidità ben maggiore di prima”. Lo scorso anno le circa 70 persone che componevano Indis hanno fatturato 4 milioni di euro mentre Brain Force Italia ha raggiunto i 17 milioni di euro. “Terminata l’operazione di integrazione di Indis – ha affermato Franco Righini, amministratore delegato di Brain Force Italia – il Gruppo dedicato ai sistemi Erp per le piccole e medie aziende comprenderà un’ottantina di persone”.