Red Hat lancia il Red Hat Certified Cloud and Service Provider

Strategie

Red Hat vuole ampliare l’ecosistema cloud con l’obiettivo di includere e supportare distributori, fornitori di servizi gestiti e altri partner coinvolti in tutti gli aspetti dell’implementazione di architetture cloud ibride e non solamente di cloud pubbliche multi-tenant

Red Hat ha lanciato il programma Red Hat Certified Cloud and Service Provider. Cosa cambia rispetto al passato? Il lancio di questo programma è a scala globale e va a sostituire il programma Certified Cloud Provider esistente.

In particolare, Red Hat vuole ampliare l’ecosistema cloud con l’obiettivo di includere e supportare distributori, fornitori di servizi gestiti e altri partner coinvolti in tutti gli aspetti dell’implementazione di architetture cloud ibride e non solamente di cloud pubbliche multi-tenant. Con l’estensione del modello dei cloud provider a includere implementazioni private cloud, infrastrutture basate su container Linux e soluzioni Platform-as-a-Service (PaaS), ai partner è richiesta ulteriore flessibilità per aiutare questi provider a rispondere alla richiesta dei clienti di tecnologie Red Hat basate su cloud. cloud, cloud provider@shutterstock

Il programma Red Hat Certified Cloud and Service Provider, non solo amplia il supporto verso i partner, ma anche la scelta di soluzioni Red Hat disponibili a questi partner, tra cui: Red Hat Enterprise Linux e Red Hat Enterprise Linux per Sap Hana; OpenShift di Red Hat, Red Hat Enterprise Linux OpenStack Platform, Red Hat JBoss Middleware, Red Hat Storage. Red Hat è impegnata a portare l’innovazione dell’open source all’It enterprise, il portfolio dei Certified Cloud and Service Provider crescerà per comprendere queste nuove tecnologie. Inoltre, le aziende clienti avranno la possibilità di usare Red Hat Cloud Access per implementare sottoscrizioni esistenti ai prodotti Red Hat sulle offerte cloud di Red Hat Certified Cloud and Service Provider.

La qualifica di Red Hat Certified Cloud and Service Provider è assegnata ai partner Red Hat che seguono un percorso di verifica. Ogni fornitore risponde a requisiti di test e certificazione per mostrare di saper realizzare un ambiente sicuro, scalabile, supportato e stabile per le implementazioni enterprise nel cloud. Unificato a livello globale, questo programma offre a clienti, independent software vendor (Isv) e partner la validazione di una determinata soluzione da parte di esperti Red Hat, in modo che le implementazioni possano partire da una solida base.

Proprio come l’IT enterprise nel suo complesso, il mondo del cloud computing è in continua evoluzione, in particolare per la crescente presenza di approcci hybrid cloud e di architetture basate su container Linux”, spiega Michael Ferris, senior director Business Architecture di Red Hat. “Il programma Red Hat Certified Cloud and Service Provider è pensato per coprire quasi tutti i modelli di service provider, dal public cloud ai servizi gestiti on-site, offrendo ai clienti un ecosistema di partner sicuro, stabile e fidato, su cui costruire i propri progetti IT di nuova generazione usando soluzioni Red Hat.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore