Retelit, partner a valore sui settori verticali

Strategie
Federico Protto, AD, Retelit

Alla presentazione del piano industriale 2017-2021, Federico Protto, amministratore delegato di Retelit, puntualizza la ricerca continua di partner per crescere nel mercato business per offrire soluzioni personalizzate

Alla presentazione del piano industriale di Retelit al 2021, Federico Protto, amministratore delegato dell’azienda, ha ribadito la centralità del canale soprattutto per andare ad allargare la parte di business legata alle azienda corporate.
Un segmento cresciuto negli ultimi anni, che rappresenterà il 25% della torta complessiva nel piano industriale al 2021, andando a bilanciare le altri tre componenti legate a vendite wholesale nazionali, internazionali e cavo sottomarino AAE-1.  “Stiamo cercando partner non tanto intesi come agenti di vendita  – precisa Protto – in quanto il nostro intendo non è quello di andare sulla piccola media impresa, ma partner che siano in grado di customizzare la nostra offerta sulle esigenze dei clienti”.

Dario Pardi, presidente Retelit
Dario Pardi, presidente Retelit

Sì perché negli ultimi anni, dopo la presentazione del piano industriale al 2017, l’azienda ha fatto crescere la componenti di servizi per data center indirizzata all’utenza corporate che ha così cambiato il profilo dell’azienda, non più lasciandola legata “solo” al mondo wholesale. “Ora la nostra offerta è più bilanciata – ha dichiarato Dario Pardi, presidente di Retelite siamo riusciti nel 2016 a sostenere il risultato operativo per ben 5 trimestri consecutivi per la prima volta nella storia del nostro gruppo” portando il fatturato complessivo a 49,6 milioni di euro (+17,8% rispetto al 2015) con un utile di 2,2 milioni di euro. “La strategia avviata due anni fa e focalizzata sul consolidamento del mercato wholesale e sullo sviluppo dell’attività business e cloud si è dimostrata vincente e, grazie ad una squadra coesa e determinata, siamo riusciti ad ottenere risultati migliorativi anche rispetto agli obiettivi del piano”  ha commentato Pardi.

System integrator e partner a valore

“Il nostro obiettivo è quello di andare oltre la semplice offerta di connettività – ha aggiunto Federico Protto -. Le nostre scelte sono indirizzate verso la proposta di soluzioni integrate dove, in qualità di partner tecnologico, siamo in grado di assicurare il presidio dell’intera catena, dai servizi di data center alla connettività”.

Federico Protto, amministratore delegato Retelit
Federico Protto, amministratore delegato Retelit

Allo studio partnership con due tipologie di canale: i tradizionali system integrator che svolgono attività complementari a Retelit, e pochi soggetti ad alto valore aggiunto che forniscono soluzioni software in ambiti verticali, che allargano il bacino di utenza di Retelit stessa, creando nuove opportunità. Alla base di entrambi le tipologie la capacità di offrire soluzioni combinate.

Ad oggi abbiamo relazioni con i principali dieci system integrator e con tre fornitori a valore – precisa Protto quest’ultimi specializzati in tre vertical: software di contact center, sistemi di sicurezza ad alto livello, sistemi di pagamento”.  La verticalizzazione è diventata fondamentale, in un approccio che mira a garantire il servizio e soluzioni  personalizzate per ogni singoli clienti.

I dettagli delle strategie del piano industriale 2017-2021 raccontati da Pardi e Protto su Silicon.it

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore