Rodolfo Falcone cresce in ServiceNow

Carriere
Rodolfo Falcone, Commvault

Rodolfo Falcone è il nuovo Mediterranean Area Vice President and Italian Country Leader ServiceNow e si occuperà di consolidare e sviluppare l’azienda e le sue strategie nell’area del Mediterraneo e in Italia

Rodolfo Falcone è il nuovo Mediterranean Area Vice President and Italian Country Leader ServiceNow. ServiceNow continua così il suo trend di crescita ed espansione in Europa e nel nostro Paese.

Falcone si occuperà di consolidare e sviluppare l’azienda e le sue strategie nell’area del mediterraneo e in Italia, ritenuta una Country fondamentale per lo sviluppo dell’area Emea. Falcone vanta un’esperienza manageriale più che ventennale nel settore dell’It che lo hanno portato a ricoprire nel corso della sua carriera incarichi di crescente responsabilità, presso aziende multinazionali del mondo It.

Rodolfo Falcone
Rodolfo Falcone

Falcone ha ricoperto anche ruoli di spessore nel settore della Security: è stato Country Manager Trend Micro Italia, Amministratore Delegato di Security Reply e Country Manager di Check Point Software Technologies. Nel 2014 era approdato in CommVault Systems, sempre come Country Manager, raggiungendo poi la posizione di Area vice president South Emea. “Il mondo cambia rapidamente ogni giorno e oggi abbiamo possibilità tecnologiche che fino a poco tempo fa potevamo solo immaginare”, ha affermato Falcone. “ServiceNow è una grande realtà che incarna lo spirito di cambiamento e innovazione che si respira oggi e che consente alle aziende di raggiungere nuove forme di produttività con semplici innovazioni che vanno a sostituire dei processi ormai obsoleti. In Europa e in Italia abbiamo molte possibilità di crescere e sono entusiasta di questa sfida”, ha detto.

Il 25 gennaio 2017 ServiceNow ha annunciato i risultati finanziari per il quarto trimestre e per l’anno fiscale 2016. I risultati Gaap per l’anno fiscale 2016 riportano il fatturato totale di 1.390,5 milioni di dollari per una crescita annuale del 38%. Anche i risultati finanziari del primo trimestre 2017 confermano l’andamento positivo. L’area Emea contribuisce a questa crescita e al miglioramento della base clienti. I partner giocano un ruolo chiave nella strategia regionale di ServiceNow, che ha attualmente accordi con oltre 200 aziende in tutta Emea.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore