Rossi (ex Oracle) diventa Executive Partner di Reply

News

Sergio Rossi, da amministratore delegato di Oracle Italia, passa in Reply, come Executive Partner. Si occupera’ di sviluppare l’offerta di cloud applicativo. In Oracle, Fabio Spoletini prendera’ la responsabilita’ della BU Tecnologia

E’  in occasione di Oracle OpenWorld 2011 a San Francisco che Sergio Rossi fa  la sua prima uscita pubblica, non piu’ nei panni di amministratore delegato di Oracle italia, ma come executive partner di Reply, azienda che di Oracle e’ un partner importante. “Il suo incarico sara’ di responsabile dell’offerta di cloud applicativo end to end” precisa  Filippo Rizzante, Executive Partner Reply, che ora in Oracle si interfaccera’ con  Fabio Spoletini, con  responsabilita’ sulla BU Tecnologia con l’incarico di Technology Sales Business Unit Leader Oracle Italia.

Un passaggio dal vendor al partner per Rossi che in Reply significa un potenziamento della strategia verso il cloud applicativo, per una azienda nata nel 1996, che cresce a due cifre nel fatturato  (384,2 milioni di euro ii giro d’affari nel 2010, e 218 milioni di euro nel primo semestre del 2011), con 3.500 persone in organico. “La volonta’ –  precisa Rossi – e’ di essere sulla frontiera del cloud applicativo. Reply e’ gia’ pronta sulle componenti tecnologiche, ora ci stiamo preparando sulle componenti applicative”. E precisa Spoletini: “C’e’ una parola che il mercato ci riconosce, quella di essere una azienda innovativa, in grado di trovare nuove idee e di implementarle su scala industriale. Ed essere innovativi significa investire in Ricerca e sviluppo, passando attraverso le acquisizioni, iniziate a partire dall’anno fiscale 2005″.

La ricerca e sviluppo fa da collante tra gli asset acquisiti. “Siamo l’unica azienda che puo’ ingegnerizzare tutti i layer che compongono i nostri data center  e arrivare, cosi facendo, all’obiettivo di semplificare l’IT – spiega Spoletini davanti ai partner di Reply -. Lo stack integrato porta a diversi vantaggi, tra i quali  la stabilita’, data dal fatto che ogni soluzione costruita con sistemi industriali e’ molto affidabile e l’aumento delle performance, perche’ e’  facilitata la gestione dei sistemi. Questa semplificazione porta a una simbiosi tra IT e Business. E con i  sistemi ingegnerizzati questa semplificazione e’ stata raggiunta”.

Reply continuera’ a puntare su ExaLab, il laboratorio aperto ai clienti per valutare le soluzioni Oracle, nell’ottica anche di mostrare come i sistemi ingegnerizzati aiutino ad accelerare la costruzione di nuove applicazioni.

Di’ la tua in Blog Cafe’: L’indotto Oracle per san Francisco

Per saperne di più leggi anche:

Althoff (Oracle), “E’ il momento migliore per essere nostri partner 

Ellison (Oracle): “Parallel everything”

Tucci (Emc): IT significa “Industry in Transition”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore