Rossi sul decreto 1 contro 0: date al rivenditore le indicazioni per applicare la norma

News
Davide Rossi, Direttore Generale AIRES

Davide Rossi, Direttore Generale della Aires Confcommercio, commenta il decreto 1 contro 0 pubblicato in Gazzetta Ufficiale: metteremo “a punto un vademecum, concordato con il Corpo Forestale dello Stato e gli organismi di controllo, che possa fugare dubbi o interpretazione errata delle norme”

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana il decreto 1 contro 0, che definisce la disciplina del ritiro uno contro zero degli AEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), quindi il ritiro gratuito da parte dei retailer di un vecchio apparecchio di piccolissime dimensioni senza l’obbligo di acquisto di un nuovo prodotto.

Davide Rossi, Direttore Generale AIRES
Davide Rossi, Direttore Generale AIRES

Davide Rossi, Direttore Generale della Aires Confcommercio commenta: “Siamo soddisfatti degli interventi migliorativi apportati alle bozze iniziali. Ogni azione utile per i consumatori e l’ambiente ci vede ovviamente e doverosamente favorevoli.
Il decreto tende alla semplificazione massima delle procedure a vantaggio sia dei consumatori sia della distribuzione. Si tratta del primo essenziale passo per poter procedere all’avvio con successo di questo nuovo sistema di raccolta. Ora che le norme sono state stabilite, è necessario che vengano stilate le linee applicative in modo chiaro e inequivocabile, condivise con gli organismi di controllo.
Il favorevole approccio della Aires è stato da me esposto al Ministro Galletti in occasione di un nostro recente incontro. È tuttavia importante che il rivenditore possa usufruire di indicazioni chiare su come applicare la norma. In questo senso auspichiamo la possibilità di mettere a punto, nel più breve tempo possibile, un vademecum, concordato con il Corpo Forestale dello Stato e tutti gli organismi di controllo, che possa fugare ogni dubbio o interpretazione errata delle norme”.

Cosa significa uno contro zero? Significa un ulteriore semplificazione per i consumatori i quali possono recarsi presso i punti vendita e consegnare il loro Raee senza obbligo di acquisto.

A novembre dello scorso anno, Rossi ricordòche le dimensioni dell’oggetto non dovevano superare i 25 centimetri e, la disposizione in esame è obbligatoria per gli esercizi commerciali con una superficie di vendita di apparecchiature elettriche ed elettroniche superiore ai 400 metri quadrati.

Aires aveva rappresentato fortemente la preoccupazione degli operatori per il testo di provvedimento nella sua prima estensione,  arrivando a minacciare azioni di mobilitazione a fronte di oneri eccessivi e ingiustificati a danno delle imprese.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore