Rsa conference, i grandi a confronto

News

Alla manifestazione hanno partecipato tutte le principali aziende. Accento in particolare sulla sicurezza delle reti.

In occasione della Rsa conference, svoltasi qualche giorno fa in California, Symantec ha presentato la sua nuova Network Access Control Enforcer appliance. La soluzione, resa possibile grazie alla recente acquisizione della tecnologia necessaria da Sygate, sarà disponibile sui prodotti Symantec dal prossimo aprile. Commentando l’annuncio, John Thompson, chairman e ceo dell’azienda, ha sottolineato l’importanza del controllo degli accessi alle reti e la necessità di garantire una maggiore sicurezza nell’ambito del mondo digitale. “Non è possibile tornare a modelli di business vecchi ? ha affermato Thomson ? ma dobbiamo assicurare sicurezza e infondere alle aziende fiducia nei nuovi sistemi”. Dal canto suo, John Chambers, presidente e ceo di Cisco Systems, ha riaffermato l’importanza della collaborazione con Nac (Network admission control), per risolvere molti problemi di sicurezza. Attualmente la società vanta la partecipazione di 65 partner. Un’adesione più che doppia rispetto all’anno scorso, quando vi erano appena 30 iscritti. Chambers ha sottolineato che la strategia di Cisco è improntata sulle acquisizioni. Dopo le dodici portate a termine lo scorso anno, altre tre potrebbero essere concluse quest’anno. Chambers ritiene che questa strategia andrà avanti per altri dieci anni, in quanto le acquisizioni sono fondamentali per arricchire il proprio bagaglio tecnologico. Microsoft ha colto l’occasione per annunciare Network Access Protection, che sarà implementato in Windows Longhorn Server nel 2007. La multinazionale ha assicurato che sarà interoperabile con le soluzioni Nac di Cisco. Scott McNealy, ceo di Sun Microsystems, riafferma la strategia della sua azienda nell’ambito dell’open source. Molti dei problemi di sicurezza, secondo McNealy sono dati dal fatto che c’è poca standardizzazione tra i vari sistemi, aggravata dal fatto che molti usano sistemi operativi Windows desktop.