Samsung punta al mercato business

Strategie

Precisa Carlo Barlocco, vice presidente della neonata  Divisione Information Technology & Telecommunication di Samsung:  “Il canale sarà il nostro unico interlocutore, seguito in Italia da una forza vendita interna di 40 persone”. A settembre in arrivo anche un Samsung Apps Store

“Vogliamo  essere un unico interlocutore per le aziende, e proporre servizi, soluzioni, e software in modo coordinato, sfruttando il nostro brand”.  E’ questo l’obiettivo per i prossimi anni della Divisione Information Technology & Telecommunication di Samsung, dopo che l’azienda ormai ha raggiunto traguardi ambiziosi in ambito consumer  ma che ora, con grinta, vuole accrescere la popolarità nel mondo  business “dove noi operiamo da più di 30 anni con più di 180.000 brevetti nel cassetto, ma dove il nostro marchio deve ancora affermarsi con maggior visibilità”,  precisa Carlo Barlocco, vice presidente della neonata divisione. Per far questo, la società ha deciso di affidare ad Antonio La Rosa la direzione e il coordinamento di una forza vendite di 40 persone, di cui 15 molto attive nella fase di presale, per fare radicare al più presto la nuova divisione anche in Italia.  “Una divisione che lavorerà per accrescere la nostra presenza nella aziende corporate e nella pubblica amministrazione  – precisa Barlocco – e che integrerà le offerte smartphone, IT e networking”.

Carlo Barlocco, vice presidente della neonata  Divisione Information Technology & Telecommunication di Samsung

Per rafforzare il legame con il  canale indiretto (unico interlocutore di Samsung, che non vende direttamente) è stato messo a punto un nuovo portale – battezzato Business to Business –, accessibile solo ai partner registrati, che raccoglie informazioni di prodotto e commerciali sulle soluzioni di telefonia e di IT. Ma che in futuro potrebbe integrare anche altri prodotti a portafoglio Samsung per allargare la rosa di offerta disponibile per i rivenditori (ad esempio i condizionatori).  “L’obiettivo della struttura di La Rosa è andare con il canale a fare demand generation. Fino ad oggi noi seguivamo le aziende btob ma non con una forza vendita dedicata, come quella che abbiamo appena creata”, precisa Barlocco.

La divisone Business metterà a punto servizi ad hoc per le aziende, che ricalcheranno solo in parte la logica consumer dell’assistenza al prodotto (ritiro e consegna in cinque gironi) per sviluppare un modello che preveda tempi, modalità, interlocutori ancora più agili. “Le aziende chiedono molta assistenza sul post vendita – precisa Balocco – e lavoreremo anche su questo. L’approccio al mondo business è completamente diverso da quello consumer: dobbiamo essere in grado di capire quali siano le reali esigenze del cliente e costruire per lui la soluzioni più idonea. Abbiamo a listino tutto l’hardware necessario, ma stiamo stringendo alleanze strategiche in ambito software per poter offrire soluzioni complete e accordi con associazioni che ci permettano di diffondere la nostra tecnolgoia”.

Per quanto riguarda gli smartphone, Balocco anticipa il lancio a settembre di Sumsung Apps Store, al momento in fase di test in Italia, che sarà un importante aggancio per lavorare meglio con gli operatori, coinvolti in un modello di revenue sharing.  

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore