Sap University Alliances, l’università incontra la tecnologia

News
Luisa Arienti AD Sap Italia

Sap lancia Sap University Alliances un programma che ha l’obiettivo di aumentare la disponibilità di risorse qualificate e di tecnologia all’avanguardia con un effetto diretto e concreto sull’occupazione giovanile e sul sistema dell’industria e dei servizi del Paese

Sap investe e avvia il programma Sap University Alliances, che offre a docenti e studenti la possibilità di acquisire strumenti e competenze per utilizzare la tecnologia Sap e applicarla a supporto di progetti di business concreti. Un programma che ha l’obiettivo di aumentare la disponibilità di risorse qualificate e di tecnologia all’avanguardia con un effetto diretto e concreto sull’occupazione giovanile e sul sistema dell’industria e dei servizi del Paese.formazione

L’Università degli Studi di Torino è la prima università ad aver aderito al programma.
Attraverso questo programma ci poniamo un obiettivo ambizioso, ma concreto: contribuire a formare i talenti di domani nel mondo delle nuove tecnologie informatiche, sia mettendo a disposizione degli studenti percorsi educativi fortemente orientati al mondo del lavoro, sia mediante l’inserimento degli studenti in un network formato non solo da specialisti e consulenti SAP, ma anche dai nostri Partner e da esperti di settore”, ha dichiarato Luisa Arienti, Amministratore Delegato di SAP Italia.Entro i prossimi 3 anni intendiamo raggiungere il 50% delle migliori università italiane e consentire, quindi, a oltre 60.000 studenti in tutta Italia di conoscere e formarsi sulla piattaforma SAP HANA e sul resto della nostra tecnologia”.

Il programma, nato in Germania nel 1988, è stato potenziato alla luce dell’avvento delle nuove tecnologie e delle possibilità offerte da SAP Hana (High-Performance Analytic Appliance), la piattaforma che grazie ad un motore di in-memory computing consente l’elaborazione di enormi quantità di dati in tempo reale per fornire istantaneamente i risultati di analisi e transazioni, consentendo lo sviluppo di applicazioni prima neanche immaginabili. Grazie al programma, SAP aiuta le università consentendo l’inserimento all’interno dei loro percorsi accademici di attività di formazione specialistica di altissimo livello.

Luisa Arienti AD Sap Italia
Luisa Arienti

I percorsi formativi sono concepiti sfruttando tutte le modalità di erogazione più innovative e mettono a disposizione sia applicazioni di business che piattaforme di sviluppo e infrastrutture tecnologiche fruibili in modalità cloud (software as a service, SaaS). Oltre a corsi personalizzati e accesso ad hub di apprendimento altamente coinvolgenti, SAP University Alliances propone una molteplicità di luoghi e piattaforme attraverso cui è possibile confrontarsi e dare forma a nuove idee e alla realizzazione di progetti concreti, condivisibili attraverso strumenti di social networking come SAP Community Network. In questo contesto è stata creata, inoltre, la community Idea Place, sviluppata per consentire a università, professori e studenti di entrare in contatto con l’intero ecosistema SAP, composto anche da Partner e Clienti, e partecipare a contest, progetti di co-innovazione e attività di ricerca.

Il programma SAP University Alliances è l’ultima in ordine temporale delle iniziative che l’azienda sta già portando avanti in Italia in partnership con le più prestigiose università Italiane, nel solco di una tradizione che la vede da sempre in stretto contatto con il mondo accademico per poter raggiungere obiettivi comuni di promozione dell’innovazione e del talento in ambito ICT. Un esempio recente riguarda lo Startup Focus Program by PoliHub and SAP: realizzato in collaborazione con PoliHub, l’incubatore del Politecnico di Milano gestito dalla Fondazione Politecnico di Milano, il programma ha l’obiettivo di identificare e premiare il 26 settembre 2013 al SAP Startup Forum i progetti più innovativi in ambito big data, Real Time e Predictive Analysis basati sull’utilizzo di SAP Hana, con un supporto completo dalla realizzazione dell’idea fino al lancio sul mercato. Un ulteriore esempio riguarda la ricerca “Dimensioni di complessità aziendale e valore dei sistemi informativi” condotta da SDA Bocconi in collaborazione con SAP Italia, che si pone l’obiettivo d’identificare le dimensioni di complessità all’interno delle piccole e medie imprese (PMI)  italiane e di capire come i sistemi informativi possano supportarne la crescita e l’efficientamento della gestione.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore