Se fondi ci saranno, la banda larga aiuterà i video su Internet

News

Secondo Mainsoft assisteremo a un boom di utilizzo dei servizi di streaming video nei prossimi anni e nel 2014 gli analisti parlano di un 60% del traffico Internet destinato alla riproduzione video

La banda larga spiana la strada al video su internet.

Nel 2014, il 60 % del traffico internet sarà video. Per Mainsoft la diffusione della banda larga è uno stimolo allo sviluppo di tecnologie come lo streaming video.

Se ancora oggi fatichiamo ad abituarci alla fine dell’analogico, sostituito dal digitale terrestre e dai suoi nuovi e innumerevoli canali, dovremo presto abituarci a un palinsesto sempre più web-oriented. Basta dare un occhio all’offerta dei principali player dell’elettronica, quali Samsung, Sony, Philips, LG, per accorgersene. Già quest’anno le TV connesse a internet –connected tv- presenti sugli scaffali delle grandi catene rappresentano circa il 60-70 % degli apparecchi in vendita. E siamo solo all’inizio.

Recenti ricerche stimano, infatti, che entro il 2014 le connected TV raggiungeranno quota  47 milioni nella sola Europa, contro i circa 4 milioni del 2009. Per non parlare dell’imminente invasione di smart tv, televisioni connesse alla rete internet senza necessità di decoder o device intermedi, che stanno facendo capolino tra gli scaffali della Grande Distribuzione e che nei prossimi mesi e anni ruberanno la scena a LED, 3D e connected TV. Aspettiamoci, dunque, sempre più TV 2.0, capaci di permettere una visione di video, contenuti internet, social network. Di navigare come con un normale PC, tablet o smartphone. A conseguenza di questa “rivoluzione”, il mercato sta registrando un incremento nell’uso dello streaming video live, tecnologia già consolidata sul web “tradizionale”, ovvero su personal computer, tablet e smartphone e che sta per fare il suo ingresso sugli apparecchi televisivi.

“Nei prossimi anni – spiega Antonio Corrado, General Manager di Mainsoftassisteremo a un boom di utilizzo dei servizi di streaming video. Già oggi sono molte le realtà che utilizzano il video su IP per comunicare. Eventi, novità, offerte. La comunicazione sta cambiando. E il video la fa da padrona. Gli analisti parlano di un 60 % del traffico internet destinato alla riproduzione di video nel 2014, e i numeri sono destinati a crescere ulteriormente entro un decennio”.

Il merito di questo incremento sta, secondo Mainsoft, anche nello sviluppo della banda larga, che apprendiamo essere finalmente priorità per il governo del nostro Paese. Sulla base di queste tesi Mainsoft ha implementato un servizio di streaming video live e on demand adatto alla visualizzazione di video su  qualsiasi dispositivo connesso al web.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore