Sharp snellisce l’assemblaggio tv

News

Sharp sta valutando la possibilità di gestire, con la taiwanese Hon Hai Precision Industry, una nuova società che assembli televisori e scorporerà le attività di assemblaggio di tv dalla società madre

Sharp sta valutando la possibilità di gestire, con la taiwanese Hon Hai Precision Industry, una nuova società che assembli televisori. È quanto si legge sul Nikkei e quanto riporta MF-DJ.

Il gruppo, secondo queste fonti, ha già deciso di cedere una quota del 37,6% nella controllata che opera nella fabbrica di schermi lcd di Sakai al presidente di Hon Hai.

Nel tentativo di snellire ulteriormente le proprie attività, Sharp scorporerà le attività di assemblaggio di tv dalla società madre, spiega l’articolo citato da MF-DJ. Secondo indiscrezioni, una possibilità sarebbe quella di passare la gestione degli stabilimento oltreoceano, come quelli in Messico, a un nuovo gruppo.

A marzo, la società aveva annunciato la cessione di una partecipazione del 10% a Hon Hai e le sue affiliate, meglio note come Foxconn, per circa 800 milioni di dollari. Intanto, alla fine di maggio scorso, la Sony aveva sciolto con Sharp la joint venture nel settore degli Lcd, con la vendita della sua intera quota in Sharp Display Products.

In cambio Sony avrebbe ricevuto 10 miliardi di yen, la stessa somma spesa dalla società al momento dell’investimento. Il pagamento dovrebbe arrivare entro la fine di giugno. Sony attualmente detiene una quota del 7,04% nella joint venture, che utilizza per la produzione di Lcd lo stabilimento Sakai nell’ovest del Giappone. Quando la fabbrica ha aperto nel 2009, il piano originale prevedeva che Sony avrebbe aumentato la sua quota al 34%, ma la società ha successivamente rinviato ulteriori investimenti.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore