SIA compra la gestione dei POS, ATM di UBIS per 500 milioni di euro

News
Massimo Arrighetti, AD SIA

SIA si prende la gestione di circa 13,5 milioni di carte di pagamento, 206mila terminali POS e 12mila ATM di UBIS (Unicredit Business Integrated Solutions), società del Gruppo Unicredit, per 500 milioni di euro

SIA si prende la gestione di circa 13,5 milioni di carte di pagamento, 206mila terminali POS e 12mila ATM di UBIS (Unicredit Business Integrated Solutions), società del Gruppo Unicredit, per 500 milioni di euro. L’operazione è relativa a Italia, Germania e Austria.

Oltre a questo, UBIS ha firmato con SIA un contratto di outsourcing della durata di dieci anni per la fornitura di servizi di processing delle transazioni effettuate con carte di debito, credito e prepagate, e per la gestione dei POS e degli ATM. L’acquisizione rappresenta per SIA la continuazione del percorso di crescita dimensionale: grazie a questa operazione, i ricavi crescono di oltre il 20%.

Massimo Arrighetti, AD SIA
Massimo Arrighetti

“Questa acquisizione permette a SIA di rafforzare ulteriormente il proprio posizionamento competitivo a livello nazionale e internazionale, soprattutto in Germania e Austria – due tra i principali mercati target del Piano Industriale 2016-2018 – di aumentare i volumi dei pagamenti gestiti sulle nostre piattaforme tecnologiche e di raggiungere quindi maggiori economie di scala”, ha commentato Massimo Arrighetti, Amministratore Delegato di Sia.

Grazie all’accordo, nell’ambito della monetica, i dati 2015 di Sia indicano un aumento delle operazioni di pagamento con carte da circa 4 miliardi a oltre 5 miliardi. SIA è stata assistita dallo Studio Chiomenti come consulente legale, Studio Tremonti per gli aspetti fiscali e da Ernst & Young come advisor finanziario.

Dall’inizio del 2016, SIA ha avviato diverse iniziative innovative a livello internazionale tra cui:

  • lo sviluppo con EBA Clearing dell’infrastruttura pan-europea di instant payment la cui partenza è prevista entro fine 2017;
  • la realizzazione del nuovo sistema interbancario dei pagamenti della Banca Centrale della Nuova Zelanda (la 14esima istituzione centrale tra Europa, Africa, Medio Oriente e Oceania ad aver adottato le tecnologie di SIA);
  • l’accordo con Raphaels Bank per lo sviluppo e il lancio di nuove soluzioni di pagamento nell’ambito della SEPA, delle carte e dei servizi via mobile nel Regno Unito e nel resto d’Europa;
  •  la realizzazione per la banca CSOB, facente parte del Gruppo belga KBC, del primo mobile wallet per pagamenti NFC in Repubblica Ceca che supporta i circuiti MasterCard e VISA.
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore