Sinergy spiega la ‘superficie di attacco’ al Security Summit di Verona

News
Da Fortinet una doppietta per la sicurezza di rete

Sinergy si affianca all’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica (Clusit) anche nel Security Summit di Verona. Il 1 Ottobre guideranno un percorso gestione sicurezza dal titolo “Defence in Depth – Le strategie di riduzione della superficie d’attacco e dei rischi informatici”

Sinergy, IT System Integrator italiano, dopo la partecipazione di Milano e Roma, si affianca all’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica (Clusit) anche nel Security Summit di Verona ed è partner dell’ECSM 2015, mese europeo della sicurezza informatica.

Il Security Summit organizzato dal Clusit, giunto alla settima edizione, propone momenti di approfondimento e confronto sui diversi aspetti della sicurezza It, coinvolgendo esperti e personalità di spicco del settore informatico, rappresentanti del mondo delle istituzioni e utenti. Centrale la presentazione del Rapporto Clusit ai primi mesi del 2015, analisi aggiornata degli attacchi ed incidenti informatici più rilevanti nel nostro Paese. security, sicurezza, pirateria, furto@shutterstock

Il 1 Ottobre alle ore 11.30 – 13.00, Roberto Banfi, Senior Consultant & Technical Leader Sinergy e Giulio Menegazzo, Security Specialist Sinergy a fianco di Luca Bechelli Membro del Comitato Tecnico Scientifico, Clusit, guideranno un percorso gestione sicurezza dal titolo “Defence in Depth – Le strategie di riduzione della superficie d’attacco e dei rischi informatici”.

Obiettivo della sessione Sinergy & Clusit sarà quello di descrivere la superficie di attacco informatico a cui si espone oggi un’azienda o un’amministrazione e che può risultare molto ampia e a geometria variabile. “E ormai un fatto oggettivo, come emerge anche dalla fotografia del Rapporto Clusit pubblicato annualmente, che l’esposizione delle aziende e delle pubbliche amministrazioni agli attacchi informatici è sempre più ampia e gli impatti rischiano di essere sempre più significativi”. – afferma Bechelli.

Un attacco può, infatti, avvenire mediante differenti vettori, anche combinati e complementari tra di loro, che hanno l’obiettivo di colpire tra le pieghe “scoperte” della superficie. Nella prima parte dell’intervento sarà illustrato lo scenario di sicurezza italiano e alcuni casi reali di attacco dove si combinano diverse tecniche di offesa (es: targeted malware, phishing, social engineering, command & control, minacce uniche per i dispositivi mobili). Security, sicurezzaVerranno poi presentati casi concreti con alcune possibili strategie di difesa della superficie esposta, basate su contromisure tecniche ed organizzativo-procedurali – Defence in Depth – in grado di ridurre i rischi collegati alla sicurezza delle informazioni. “Gli investimenti effettuati nell’ambito Security negli ultimi anni – afferma Andrea Navalesi Amministratore Delegato Sinergyhanno portato a risultati importanti in termini sia di fatturato (+40%), sia di market share, completando il nostro portafoglio e posizionandoci come partner strategico dei nostri clienti in tutte le tematiche infrastrutturali del data Center, guidate dai nostri servizi di Advisory”.

Sinergy affianca da oltre vent’anni le aziende di tutti i settori nel percorso di evoluzione del Data Center grazie a servizi di Advisory Tecnologico e a un approccio completo di implementazione e gestione delle soluzioni. La Practice Security è composta oggi da 25 professionisti con consolidata esperienza ed elevati skill professionali che coprono tutte le tematiche: dall’analisi dei livelli di sicurezza dei clienti all’individuazione delle attuali vulnerabilità, dalla definizione delle soluzioni più idonee alla progettazione di sistemi di protezione rivoluzionari e moderni, dal monitoraggio dei dispositivi di sicurezza alla gestione operativa dei servizi.

 

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore