Skype e Bullguard in Italia con Tx

Strategie

Un’iniezione di energie per Tx Italia al suo decimo compleanno. La società veicola una serie di prodotti in co-branding con Skype e presenta Bullguard la società specializzata in sicurezza

Tx Italia compie dieci anni e si rinnova con due nuove partnership destinate a portare aria fresca nella società. Si parla nientemeno che di Skype, l’ex-enfant prodige della telefonia su Ip, recentemente acquistata da ebay. È un accordo di co-branding in base al quale la gamma di strumenti di comunicazione verranno veicolati con il doppio marchio Skype e ThinkXtra in Italia, Grecia, Turchia e nei Paesi dell’Est. “In questi dieci anni, una cosa che ci ha contraddistinto è il tentativo di portare al mercato dei kit, delle soluzioni complete”, ha precisato Riccardo Bologna, Amministratore Delegato Tx Italia. “È quello che facciamo anche oggi con Skype e Bullguard e che continueremo a fare, cercando opportunità nei mercati emergenti”. Sono stati studiati packaging ad hoc completi di manuale di istruzione per i telefoni da collegare al computer attraverso una porta Usb, per gli audio switch (apparecchi da scrivania per passare velocemente dalle casse alle cuffie) e per i sei diversi modelli di cuffie e auricolari studiati per Skype, Msn Messenger, Aol Messenger e altri programmi di comunicazione online, a cui si aggiunge il Tx Skyper Video Kit, una packaging che oltre alla cuffia stereo include una Web cam. I prodotti, tutti plug and play, sono proposti in una confezione che comprende il software Skype completo, 60 minuti di credito SkypeOut, un mese di prova per la casella vocale, oltre a tre mesi di prova per il sistema antivirus, firewall e backup Bullguard. Proprio Bullguard è stata l’altra protagonista della giornata. È una società di sicurezza nata proprio come Skype in Danimarca e nell’ambiente peer to peer di Kazaa. “La soluzione Bullguard è stata lanciata nel 2002 con Kazaa, poi ci siamo resi conto che essere online non bastava più”, ha raccontato Heini Zachariassen, Coo della società. “Abbiamo cominciato con la distribuzione in Danimarca e nel Benelux. L’anno scorso siamo arrivati in Gran Bretagna: oggi abbiamo centinaia di punti vendita, 23 system builder e 15 isp che ci distribuiscono e siamo il terzo vendor nel settore. Anche perché noi abbiamo un modello di business diverso con i nostri partner, visto che dividiamo con loro le entrate”. Per arrivare nel nostro Paese hanno scelto Tx Italia che includerà la soluzione nei propri prodotti. Si parla di soluzione perché si tratta di un anti-virus, di un firewall e di un sistema di back up da 100 mb a 5 Gb, a cui probabilmente nei primi mesi del 2006 si aggiungeranno antispam e anti-spyware. La particolarità è che i prodotti non necessariamente sono sviluppati da Bullguard come nel caso dell’anti-virus per cui è stato scelto il motore Bit-Defender. Loro forniscono la piattaforma e sopra possono montare i migliori prodotti del mercato