Skype passa a Microsoft

News

L’Antitrust Usa concede il semaforo verde all’acquisizione da 8,5 miliardi di dollari di Skype da parte di Microsoft

L’Antitrust Usa concede il semaforo verde all’acquisizione da 8,5 miliardi di dollari di Skype da parte di Microsoft. La statunitense Federal Trade Commission (Ftc) ha dato l’ok all’acquisizione della regine del Voip da parte del colosso di Redmond: si tratta del più grande affare di Microsoft su Internet dai tempi dell’acquisizione di aQuantive. Ma soprattutto dimostra la volontà del Ceo Steve Ballmer di rimettere al centro Windows Phone 7 come sistema operativo mobile, dopo l’accordo strategico con Nokia, e la volontà di integrare Skype su Xbox, Kinect Lync, Outlook, Messenger, Hotmail e Xbox LIVE. Skype ha 145 milioni di utenti in media al mese e si sta rafforzando nelle Pmi.

Per Microsoft Skype rappresenta un modo per conquistare nuovi utenti anche per Windows e Office, soprattutto se Skype avrà un ruolo non marginale sui prossimi tablet Windows 8.

Skype ha 663 milioni di utenti registrati di cui 170 milioni di utenti connessi (con picchi di 23 milioni connessi online in contemporanea.), 8.8 milioni paganti e più di 207 miliardi di minuti di conversazioni voce e video nel 2010. Skype in passato era stata acquisita da eBay, ma poi rivenduta, perché il sito di aste online e e-commerce non aveva saputo valorizzare il Voip di Skype. Secondo Ovum Microsoft saprà integrare Skype, anche perché in gioco è il mercato delle videoconferenze: in crescita di quasi il 6% ogni anno fino al 2016, un mercato che entro un quinquennio raggiungerà quota 1.1 miliardi di dollari.

Infine secondo Gartner Skype dà un tocco 2.0 a Microsoft, rinverdendo il suo brand nell’era social: “Per molti Skype è più di un Voip, ma rappresenta un social network, è un modo per rimanere in contatto, e ciò potrebbe risultare utile per Microsoft.”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore