Il social networking aziendale è baciato dalla combinazione giusta

Strategie
comunicazione, communication@shutterstock

Un nuovo studio di Frost & Sullivan spiega come offrire una combinazione più intelligente di comunicazione e collaborazione sul posto di lavoro per aumentare il coinvolgimento dei dipendenti, accelerare il processo decisionale e dare slancio alla produttività guiderebbe il mercato globale del social networking aziendale

Offrire una combinazione più intelligente di comunicazione e collaborazione sul posto di lavoro per aumentare il coinvolgimento dei dipendenti, accelerare il processo decisionale e dare slancio alla produttività guida il mercato globale del social networking aziendale.

Un nuovo studio di Frost & Sullivan, intitolato “Analysis of the Global Enterprise Social Networking Market”, rileva che il numero totale di iscritti alle piattaforme social aziendali aumenterà da 208 milioni nel 2013 a 535 milioni nel 2018. Attualmente, ci sono circa 2 miliardi di lavoratori nel mondo che potrebbero beneficiare di tecnologie social aziendali in numerosi settori, organizzazioni, luoghi e ruoli professionali. Questa ricerca comprende una panoramica del mercato, sfide esterne, previsioni e tendenze, quote di mercato e analisi della concorrenza, e un’ultima parola con le previsioni e le raccomandazioni degli analisti.  Le organizzazioni stanno integrando significative funzionalità di collaborazione sociale nei flussi di lavoro per connettere dinamicamente le persone e le informazioni al momento opportuno, invece che basarsi unicamente sugli strumenti di collaborazione statica tradizionalmente utilizzati. comunicazione, communication@shutterstock
“Il social networking aziendale continua ad avere una forte attrattiva poiché combina la facilità d’uso e la natura orientata alle relazioni dei social media commerciali con funzionalità più potenti ed un controllo di livello enterprise, – afferma Robert Arnold, ICT Program Manager e Industry Principal di Frost & Sullivan. – Inoltre, la sua capacità di migliorare in modo significativo agilità, reattività, innovazione e servizio clienti delle aziende, grazie al maggiore accesso dei dipendenti a informazioni e competenze, rafforza il mercato.”

I vantaggi del potenziamento del business attraverso i canali sociali trovano approvazione nei vertici decisionali, ma ogni organizzazione deve fissare aspettative realistiche e misurare le prestazioni (talvolta in modo creativo) per rendere la proposta di valore significativa per la situazione specifica. È necessario un cambiamento nel comportamento dei dipendenti e nella cultura aziendale per favorire la partecipazione e l’impegno della massa critica di utenti necessaria al successo del social networking aziendale.
Inoltre, il futuro della collaborazione aziendale richiede una combinazione più intelligente di diversi strumenti che possono essere personalizzati per adattarsi al meglio alle esigenze specifiche di ogni organizzazione e gruppo di lavoro. I produttori hanno iniziato a fornire soluzioni che soddisfano questi requisiti, con alcune piattaforme leader che offrono robuste funzionalità di analisi e reportistica, e che non solo dimostrano il vero valore delle capacità sociali a livello aziendale, ma danno anche alle aziende spunti importanti a livello globale per adeguare le proprie strategie di business alle condizioni del mercato e ad altri fattori esterni e interni.

Tuttavia, le preoccupazioni riguardo a governance, rischi, conformità e sicurezza – in particolare in settori e linee di business regolamentati – resteranno una sfida chiave finché le soluzioni di social networking aziendale non matureranno ulteriormente e i clienti diventeranno più istruiti sul suo valore. Il settore dei servizi finanziari è già tra i principali utilizzatori di queste soluzioni grazie a una migliore istruzione, un’attenta pianificazione e strategie di implementazione e di utilizzo ben definite.  “Allo stesso modo, le organizzazioni di tutte le dimensioni in diversi settori potrebbero trarre vantaggio da soluzioni di social networking aziendale, – afferma Arnold. – Sarà importante, tuttavia, che gli utenti finali determinino il modello di implementazione migliore (in hosting o on-premise), le caratteristiche, e che utilizzino ciò che darà loro il massimo valore.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore