Symantec DLP 14 si estende in cloud

Prodotti
Da Fortinet una doppietta per la sicurezza di rete

Symantec DLP 14 estende il proprio raggio d’azione e assicura ai CIO maggiore visibilità e controllo sui dati aziendali anche in cloud. Partnership rafforzara con Box

Symantec arriva alla versione 14 con la sua soluzione Symantec Data Loss Prevention (Symantec DLP 14), che porta i vantaggi della memorizzazione delle informazioni in cloud ai dipendenti aziendali che non devono più preoccuparsi della perdita o del furto di dati.

Spiega i benefici dell’ultima versione Amit Jasuja, Senior Vice President, product development di Symantec: “Con l’ultima versione, stiamo estendendo la DLP all’archiviazione e al cloud email per fornire ai nostri clienti il controllo e la visibilità di cui necessitano per proteggere le loro informazioni sensibili così come trarre un pieno vantaggio dal cloud. Abbiamo anche annunciato una nuova e robusta integrazione con Box, per rispondere a una delle maggiori richieste che abbiamo ricevuto da parte dei nostri clienti DLP”

Ora Symantec DLP 14 supporta Microsoft Office 365 per favorire la messa in sicurezza delle caselle di posta elettronica sul cloud. E ora sono applicabili al cloud le policy di protezione delle informazioni previste per le postazioni in locale.

Amit Jasuja, ora
Amit Jasuja, ora Senior Vice President product development di Symantec

L’integrazione e la possibilità  di utilizzo con Box dà visibilità all’interno dei file sensibili che le aziende scambiano con questo sistema per monitorare gli account dei dipendenti, analizzare le informazioni sensibili, e studiare come queste informazioni siano utilizzate e come sono condivise. Se sono rilevati file sensibili Symantec DLP per Box inserisce tag visuali sul contenuto e permette agli utenti di ripulire autonomamente i file direttamente all’interno di Box.

Un altro ambito di azione di Symantec DLP 14 è la protezione dei dati sensibili per gli utenti che sfruttano sistemi Cloud File Sync and Share personali. In questo caso Symantec DLP monitora e impedisce agli utenti di sincronizzare informazioni aziendali sensibili dai loro desktop a servizi di cloud personali come Box, Microsoft OneDrive, iCloud, Google Drive e Dropbox, o anche utilizzando servizi di posta elettronica come Gmail.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore