Symantec, oggi 17 partner specializzati

News

Marco Riboli affianca alla carica di Vice President Mediterranean Region di Symantec anche quella di country manager per l’Italia. Un ritorno nell’ottica di potenziare i programmi di sviluppo. Tra questi anche il programma di specializzazione dei partner, che dovranno essere 60 entro l’anno

Dal primo di aprile tornerà ad avere una competenza diretta sul mercato italiano Marco Riboli, vice president & general manager di Symantec Emea per la regione mediterranea. Affiancherà al ruolo europeo anche la responsabilità diretta della filiale italiana, andando a svolgere il delicato ruolo di country manager, che già aveva ricoperto dal 2005 al 2008. “Questa scelta è frutto di una razionalizzazione delle strutture che Symantec sta facendo in tutte le Regioni – spiega Riboli – e che mi riporta a lavorare in Italia dopo anni di incarico internazionale” sui mercati di Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Israele, Cipro e Malta.

Marco Riboli, Vice President Mediterranean Region di Symantec

Riboli (ex Veritas non a caso) lavorerà su attività a 360 gradi con particolare focus in ambito SMB, recuperando terreno in area Pubblica Amministrazione e spingendo anche la filiale di Roma. “E’ un mercato difficile quello italiano che ha subìto un rallentamento in ambito sicurezza  – spiega –, mentre si ottengono interessanti risultati in area back up e storage. Per il prossimo anno abbiamo in cantiere programmi interessanti, che coinvolgeranno anche i nostri partner, perché finalmente vediamo la luce in fondo al tunnel”.

Bernardo Palandrani, commerciale sales director di Symantec

Tra questi programmi la localizzazione del Symantec Partner Program lanciato lo scorso novembre a Londra, che ha l’obiettivo di specializzare una sessantina di partner italiani entro l’anno. “In questi ultimi mesi, abbiamo già specializzato 9 partner in area sicurezza e 8 realtà in ambito storage – precisa Bernardo Palandrani, commerciale sales director di Symantec -. Il modello di specializzazione introdotto, che arricchisce  il Partner Program lanciato 4 anni fa, si basa sulle opportunità che i partner possono avere grazie alle specializzazioni raggiunte, un’evoluzione molto interessante rispetto al vecchio programma che si basava sui livelli di fatturato generati dal partner più che sulle sue reali competenze”.  Un leit motiv che risale alla scorsa estate, quando il capo europeo del canale Symantec, Jason Ellis, lo aveva anticipato in una intervista a Channel Insider.

Ai partner anche la possibilità di commercializzare le nuove appliance in ambito storage che rispondono alle esigenze di deduplica, ridisegno del back up e consolidamento dello storage. Tre esigenze alle quali Symantec vuole dare risposta per continuare “a mantenere il 40% di market share in ambito back up che già detiene” precisa Palandrani.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore