Archivi

Groupon@shutterstock

Altroconsumo boccia le pratiche scorrette di Groupon e chiama l’Antitrust

Groupon nel mirino di Altroconsumo e dell’Antitrust per la scorrettezza di alcune clausole contrattuali e pratiche scorrette. Una nota di Altroconsumo rileva come nel 2012, siano state 563 le richieste di intervento, proprio ad Altroconsumo, da parte di consumatori a causa di disservizi subiti attraverso Groupon. In sintesi, nella nota di Altroconsumo, si ricorda: “Prestazioni

ebook@shutterstock

Apple firma la resa sui prezzi degli ebook

L’Antitrust Ue ha deciso di accettare l’offerta di Apple e di quattro case editrici che permette ad Amazon e ad altri rivenditori di vendere ebook più economici di quelli di Apple, archiviando così l’inchiesta antitrust ed evitando sanzioni

Antitrust

Antitrust multa Coop Estense

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha condannato Coop Estense per abuso di posizione dominante nella provincia di Modena, ostacolando l’ingresso o l’espansione di Esselunga nella stessa provincia. L’autorità ha comminato una sanzione di 4,6 milioni di euro

Apple superstar nel mirino dell’Antitrust

L’Antitrust apre un fascicolo su Apple in seguito a una denuncia del Trentino. Oggetto del contendere è la garanzia su iPhone, iPad e altri dispositivi targati Apple. Circa un anno fa il Centro ricerca tutela consumatori utenti (Crtcu) di Trento denunciò Apple presso l’Autorità garante della concorrenza e del mercato in quanto Apple riconosce solo un anno di copertura della garanzia, quando invece “ciò è in palese violazione degli articoli 132 e 133 del Codice del consumo che prevedono una durata legale di due anni”.

L’Antitrust è dunque intervenuta contro Apple e la catena di negozi Comet. L’Antitrust, anche se non ha ancora emesso il verdetto finale, fa osservare che la Legge è chiara, sia che l’iPhone sia acquistato in un Apple Store sia presso un distributore: “Non ha importanza se il rivenditore coincide con il produttore o meno. Una volta che l’utente acquista il dispositivo in Italia, quel dispositivo deve essere garantito per due anni. Sarà poi un problema del rivenditore, se diverso dal produttore, stabilire un accordo con quest’ultimo. Ma non è certo una questione che può ricadere sulle spalle del consumatore“.

Nel mercato It in Italia, dopo l’archiviazione delle sette istruttorie con le catene Gdo, l’AgCom ha aperto una nuova indagine nei confronti di Apple e della catena Comet: sono accusate di offrire un contratto di assistenza a pagamento, Apple Care, senza trasparenza. Il consumatore non viene avvertito del fatto che il contratto si sovrappone al secondo anno della garanzia legale. Secondo l’Authority, Apple e Comet non avrebbero chiarito esplicitamente, ma anzi darebbero un’informazione scorretta sul fatto che sussiste per legge già un secondo anno di copertura sulle riparazioni, senza bisogno di acquistare Apple Care. L’Antitrust guidata da Antonio Catricalà ha diramato una nota: l’AgCom “ha deciso di avviare una procedura nei confronti della Apple: secondo i primi accertamenti compiuti dagli uffici la società, insieme alla catena di vendita Comet, proporrebbe un contratto di assistenza a pagamentosenza chiarire al consumatore che il contratto si sovrappone temporalmente al secondo anno della garanzia legale che non comporta costi per il consumatore “.