TeamSystem sposa il cloud. L’offerta correrà su due binari paralleli

News
Stefano Matera, Gruppo TeamSystem

Stefano Matera, direttore marketing di Gruppo TeamSystem annuncia lo sviluppo dell’offerta della società anche in versione cloud oltre alla compatibilità con Tablet e sistemi operativi Android e iOs

Entro la fine del 2012 anche le soluzioni e l’offerta tradizionale di Gruppo TeamSystem sarà offerta in versione cloud.

Secondo Stefano Matera, direttore marketing di Gruppo TeamSystem, sentito da ChannelBiz, a pochi giorni dal termine della convention. Matera parla di investimenti, di investimenti mirati e “destinati a creare una cultura d’impresa per dominare il mercato e capire dove questo stia andando”, spiega.

Il passaggio al cloud risulta quasi automatico e, infatti, Matera annuncia che entro la fine di quest’anno “rilasceremo le nostre procedure anche ‘cloudizzate’ oltre a compatibili con Tablet e sistemi operativi Android e iOs, questo parallelamente all’offerta tradizionale. Nei prossimi anni dominerà quest’offerta ed è un punto di attenzione perché nell’architettura cloud , quella relativa agli applicativi, si sposa meglio alla realtà delle Pmi rispetto alla grande impresa”.

Sono stati oltre 600 i partner coinvolti e durante la convention la società ha condiviso i principali risultati del 2011 e delineato i prossimi passi per l’anno in corso, che ha registrato il perfezionamento di quattro acquisizioni: Digita, specializzata nel software e i servizi di Crm, DaneaSoft, Paradigma e Harpax (ora TeamSystem Communication) operanti rispettivamente nel settore del software per le microimprese, della formazione manageriale per le aziende e della soluzioni di comunicazione Voip.

Oltre all’affiancamento dell’offerta, Matera spiega che ci sarà un affiancamento dei listini, studiati ad hoc in base a una logica di pay per use. “Una delle novità della nuova offerta, già apprezzata dai partner, è quella di escludere l’idea di un’offerta strutturata in base alle postazioni di lavoro ma sarà una sorta di listino strutturato per accesso web. Questo significa che un cliente privato, un’azienda, uno studio vogliano utilizzare l’applicativo via web, prima di tutto dovranno comunicare quante persone utilizzeranno questo e, dopo averne identificata la procedura, sarà data una password  e pagheranno in base all’accesso“, spiega.

“Il nostro impegno – commentava in una nota Federico Leproux, amministratore delegato di Gruppo TeamSystemè accelerare lo sviluppo del business dei clienti attraverso l’innovazione delle nostre soluzioni e servizi. Per questo, oltre a un’ambiziosa crescita per linee esterne, abbiamo ideato un piano di sviluppo dei prodotti che verranno – nei prossimi due anni – ridisegnati interamente in un’ottica multidevice e multipiattaforma. Un semplice Erp non è più in grado di portare i benefici attesi, poiché si limita principalmente a migliorarne l’esecuzione e la fruibilità. Il nostro offering si orienterà infatti, verso un software di Bpm progettato non solo a gestire in maniera proattiva i processi aziendali, ma anche a interagire con l’evoluzione del web dove tutto è connesso”.

“Oltre il 94% dell’economia italiana si basa sull’apporto delle piccole realtà – aggiungeva nella stessa nota Matera. Per dominare al meglio il mercato di domani è importante intercettare da subito le potenzialità di quei segmenti come le micro imprese ad altissimo potenziale e ancora poco sfruttati”.

Matera conferma che durante la Convention sono state presentate una serie di suite con moduli aggiuntivi. Ricorda l’accordo con la cassa forense, così come quello con i consulenti del lavoro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore