TeamViewer strizza l’occhio ai partner italiani e lancia la versione 12 Beta

News
1 4 Non ci sono commenti

A margine dall’evento di lancio della versione beta del software per il controllo remoto TeamViewer 12, Axel Schmodt, Senior Pr Manager della società, annuncia l’imminente lancio di un programma di canale e la volontà di investire nel nostro paese attraverso la ricerca di nuovi partner

TeamViewer non ha una sede in Italia ma il business ‘gira’ anche nel nostro paese. Ed è per questo che, a margine dall’evento di lancio della versione beta del software per il controllo remoto TeamViewer 12, Axel Schmodt, Senior Pr Manager della società, annuncia l’imminente lancio di un programma di canale e la volontà di investire nel nostro paese, attraverso la ricerca di nuovi partner. Al momento sono pochi i partner italiani che lavorano per la società, fondata nel 2005 in Germania, ma nel dettaglio e con il lancio del nuovo programma, l’obiettivo è incementare questo numero. Schmidt anticipa che l’obiettivo aziendale è quello di far capire “le potenzialità del business di TeamViewer”.

Una potenzialità della quale parlano alcune cifre che sono state snocciolate: Revenue in crescita del 26% tra il 2015 e il 2014 e un più 14%, per ora, sul 2016 e un numero di clienti approssimativamente pari a 13mila clienti. Tornando alla novità ancora in beta, TeamViewer fa sapere che con la versione 12, i reparti It, ma anche gli utenti meno esperti di tecnologia, possono risolvere i problemi da remoto e intervenire su computer, tablet e telefoni con nuove funzionalità.

Un momento dell'evento
Un momento dell’evento

La nuova piattaforma cross mobile-to-mobile per il controllo remoto e la condivisione dello schermo per i sistemi Android, iOS e Windows Phone, è una delle caratteristiche più importanti. Oltre a questo, TeamViewer 12 Beta è dotato di una maggiore sicurezza e di performance migliorate. Per esempio, gli amministratori di sistema possono ora identificare facilmente tutte le connessioni in entrata e controllarle sulla console di gestione. TeamViewer 12 permette, inoltre, un facile roll-out delle policy di impostazione su qualsiasi numero di dispositivi e fornisce al personale It la possibilità di un facile controllo dei settaggi impostati su un particolare dispositivo. In aggiunta, TeamViewer 12 aumenta di venti volte la velocità delle funzionalità di trasferimento dei file (fino a 200 MB/s) e migliora  la capacità di frame rate fino a 60 fps.

Axel Schmidt
Axel Schmidt

La nuova versione offre una interfaccia utente rivisitata e consente agli amministratori di sistema di installare il software su migliaia di dispositivi con la semplice pressione di un tasto. Durante l’evento è stato citato Stephen Hawking che utilizza TeamViewer per accedere da remoto al suo telescopio, mentre la maggior parte degli utenti si affida a TeamViewer per risolvere problemi da remoto su computer e dispositivi mobili, per accedere ai propri Pc in ufficio mentre sono a casa e per lavorare da remoto insieme ai colleghi per la messa a punto di presentazioni e altri progetti. Con lo sviluppo di politiche di telelavoro, inoltre, TeamViewer viene incluso sempre più nel pacchetto di soluzioni software per i lavoratori delle aziende. TeamViewer 12 Beta è già disponibile per Windows, Mac, Linux, dispositivi mobili e Chrome OS. Il set di funzionalità può variare a seconda del sistema operativo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore