Tech Data chiude in crescita l’anno fiscale

News

Tech Data chiude l’anno fiscale, conclusosi il 31 gennaio 2011, con 24,4 miliardi di dollari, in crescita del 10,3% se paragonato ai 22,1 miliardi di dollari dell’anno fiscale precedente

Tech Data chiude l’anno fiscale, conclusosi il 31 gennaio 2011, con 24,4 miliardi di dollari di fatturato, in crescita del 10,3% se paragonato ai 22,1 miliardi di dollari dell’anno fiscale precedente.

L’indebolimento di alcune valute straniere nei confronti del dollaro americano ha creato un impatto negativo sul fatturato anno su anno di circa tre punti percentuali. Su base regionale, il fatturato nelle Americhe ha rappresentato il 43% del fatturato globale, in crescita del 10,1% se si paragonano i 10,5 miliardi di dollari del 2011 con i 9,6 miliardi del 2010. L’Europa ha rappresentato il 57% del fatturato globale con 13,8 miliardi di dollari, in crescita del 10,5% (17,5% su base euro) se paragonati ai 12,5 miliardi di dollari dell’anno conclusosi il 31 gennaio 2010.

Nell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2011, la società ha registrato un utile operativo di 334,0 milioni di dollari, pari all’1,37% del fatturato, in crescita rispetto ai 259,5 milioni di dollari (l’1,17% del fatturato) dello scorso anno. L’utile netto attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation è stato di 214,2 milioni di dollari, pari a 4,36 dollari per azione. Si tratta di un dato in crescita se paragonato all’utile netto attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation dello scorso anno fiscale che è stato di 180,2 milioni di dollari, pari a 3,54 dollari per azione. Questo dato include un utile netto di circa 5,4 milioni di dollari generato dal rilascio di un accantonamento per imposte differite nella regione europea nell’anno fiscale 2010. 

In prospettiva, per il primo trimestre del nuovo anno fiscale, ci aspettiamo ancora una crescita in entrambe le regioni (in valuta locale), nonostante il calo stagionale delle vendite possa essere leggermente superiore rispetto allo scorso anno, grazie alla forza delle nostre vendite nel quarto trimestre dell’anno fiscale 2011. Riteniamo che la continua attenzione ad una crescita equilibrata, sostenibile e basata sui guadagni della gestione caratteristica potrà permetterci di ottenere ancora una volta di incrementare il risultato operativo, l’utile netto e l’utile per azione di oltre il 10%. Inoltre, l’autorizzazione al riacquisto di azioni annunciato oggi riflette l’elevata performance finanziaria conseguita, la nostra continua fiducia nelle prospettive di lungo termine della società e il nostro impegno nel rafforzare il valore degli azionisti”, ha detto ha affermato Robert M. Dutkowsky, CEO di Tech Data.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore