Tech Data chiude l’anno fiscale con il segno più

News

Tech Data ha chiuso l’anno fiscale il 31 gennaio 2012 con un fatturato di 26,5 miliardi di dollari, in crescita del 9% se paragonato ai 24,4 miliardi di dollari dell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2011. Il rafforzamento di alcune valute straniere rispetto al dollaro americano ha creato un impatto positivo sul fatturato anno su anno di circa tre punti percentuali

Tech Data ha chiuso l’anno fiscale il 31 gennaio 2012 con un fatturato di  26,5 miliardi di dollari, in crescita del 9% se paragonato ai 24,4 miliardi di dollari dell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2011.

Il rafforzamento di alcune valute straniere rispetto al dollaro americano ha creato un impatto positivo sul fatturato anno su anno di circa tre punti percentuali. Su base regionale, il fatturato nelle Americhe ha rappresentato il 41% del fatturato globale, in crescita del 3% se si paragonano i 10,8 miliardi di dollari del 2012 con i 10,5 miliardi del 2011.

L’Europa ha rappresentato il 59% del fatturato globale con 15,6 miliardi di dollari, in crescita del 13% (8% su base euro) se paragonati ai 13,8 miliardi di dollari dell’anno conclusosi il 31 gennaio 2011. Nell’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2012, la società ha registrato un utile operativo di 327,9 milioni di dollari, pari all’1,24% del fatturato, mentre lo scorso anno si era registrato un utile operativo di 334,0 milioni di dollari, pari all’1,37% del fatturato.

Escludendo gli oneri straordinari di 28,3 milioni di dollari relativi alla cessione di filiali, l’utile operativo non-GAAP per l’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2012, sarebbe stato di 356,2 milioni di dollari, pari all’1,34% del fatturato. La società ha registrato un utile netto attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation di 206,4 milioni di dollari, pari a 4,66 dollari per azione. Lo scorso anno fiscale la società aveva registrato un utile netto attribuibile agli azionisti pari a 214,2 milioni di dollari (4,36 dollari per azione).

Escludendo gli oneri straordinari di 28,3 milioni di dollari relativi alla cessione di filiali, l’utile operativo non-GAAP attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation, per l’anno fiscale conclusosi il 31 gennaio 2012, sarebbe stato di 225,6 milioni di dollari, pari a 5,09 dollari per azione. Per il primo trimestre dell’anno fiscale 2013, considerando l’uscita di Brasile e Colombia, la società prevede vendite stabili in entrambe le regioni, in valute locali. Nel corso dei prossimi trimestri, la società prevede variazioni dei fatturati regionali molto limitate; ciò porterà ad un fatturato annuale sostanzialmente analogo a quello dell’anno appena concluso.

Tornando al fatturato del quarto trimestre conclusosi il 31 gennaio 2012 è stato di 7,1 miliardi di dollari, in linea con quello del quarto trimestre dello scorso anno. L’indebolimento di alcune valute straniere nei confronti del dollaro americano ha impattato negativamente – circa 1 punto percentuale – sul fatturato del trimestre rispetto a quello dell’anno scorso.

Di conseguenza, il fatturato del quarto trimestre conclusosi il 31 gennaio 2012 è cresciuto dell’8% rispetto al terzo trimestre. Le valute straniere più deboli durante il quarto trimestre hanno avuto un impatto negativo sulla crescita di circa 4 punti percentuali.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore