Tech Data Corporation col segno positivo

News

Il fatturato del secondo trimestre di Tech Data Corporation è stato di 6,45 miliardi di dollari, in crescita del 18% rispetto ai 5,47 miliardi di dollari del secondo trimestre dello scorso anno. Bene anche il semestre

Tech Data Corporation ha annunciato i risultati fiscali del secondo trimestre conclusosi il 31 luglio 2011. Il fatturato del secondo trimestre della corporation è stato di 6,45 miliardi di dollari, in crescita del 18% rispetto ai 5,47 miliardi di dollari del secondo trimestre dello scorso anno. Il rafforzamento di alcune valute straniere nei confronti del dollaro americano durante il secondo trimestre 2012, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ha avuto un impatto positivo di circa 9 punti percentuali sul fatturato. L’utile operativo del secondo trimestre è cresciuto del 20%, passando da 65,8 milioni di dollari (l’1,20% del fatturato) nel secondo trimestre 2011 a 78,8 milioni di dollari (pari all’1,22% del fatturato) nel secondo trimestre 2012. L’utile netto attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation è cresciuto del 23% raggiungendo i 50,1 milioni di dollari, mentre nel secondo trimestre dello scorso anno era stato di 40,9 milioni di dollari.

Il fatturato netto in America (incluso Nord America e America Latina) è stato di 2,70 miliardi di dollari, pari al 42% del fatturato globale, in crescita del 4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Il fatturato netto in Europa ha totalizzato 3,75 miliardi di dollari, pari al 58% del fatturato globale, in crescita del 30% (il 14% di aumento su base euro) rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. L’utile operativo del secondo trimestre nelle Americhe è stato di 47,6 milioni di dollari, (l’1,77% del fatturato), in crescita rispetto ai 44,6 milioni di dollari (l’1,72% del fatturato) dello stesso periodo dell’anno precedente.

In Europa l’azienda ha generato un utile operativo di 33,9 milioni di dollari, pari allo 0,90% del fatturato, in crescita rispetto ai 23,8 milioni di dollari (lo 0,83% del fatturato) dello stesso periodo dell’anno precedente.  Durante il secondo trimestre, la società ha riacquistato 3,2 milioni di azioni ordinarie al costo di 148,7 milioni di dollari, completando il programma di riacquisto di azioni da 200 milioni di dollari annunciato all’inizio di quest’anno. Dal 2005 la società ha riacquistato 800 milioni di dollari di azioni ordinarie, pari a 20,4 milioni di azioni.

A livello semestrale, il fatturato è stato di 12,78 miliardi di dollari, in crescita del 15% rispetto agli 11,10 miliardi di dollari del semestre conclusosi il 31 luglio 2010.

Il rafforzamento di alcune valute straniere rispetto al dollaro americano ha avuto un impatto positivo di circa 6 punti percentuali sul fatturato del semestre rispetto all’anno precedente. Su base regionale, il fatturato nelle Americhe rappresenta il 42%, in crescita del 5% (se si paragonano i 5,31 miliardi di dollari del primo semestre 2012 con i 5,06 miliardi dello stesso periodo dell’anno precedente). L’Europa rappresenta il 58% del fatturato, in crescita del 24% (14% su base euro), con 7,47 miliardi di dollari rispetto a 6,03 miliardi di dollari del primo semestre conclusosi il 31 luglio 2010.

Nel semestre conclusosi il 31 luglio 2011, la società ha registrato un utile operativo di 154,5 milioni di dollari, pari all’1,21% del fatturato, in crescita rispetto ai 135,2 milioni di dollari (l’1,22% del fatturato) dello stesso periodo dell’anno precedente. Durante il primo semestre conclusosi il 31 luglio 2011, la società ha registrato un utile netto attribuibile agli azionisti di Tech Data Corporation di 98,8 milioni di dollari (2,11 dollari per azione), in aumento se paragonato agli 86,5 milioni di dollari (1,70 dollari per azione) dello stesso periodo dell’anno precedente.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore