Tech Data innova partendo dal web

Strategie
Tech Data

Cinzia Perucca, marketing director broadline di Tech Data Italia, spiega la strategia TD Innovation, che nasce dal basso. Perché sono i dealer che hanno fatto richieste attraverso survey

TD Innovation non è semplicemente un annuncio in casa Tech Data ma è nuovo approccio. Un processo che impatta a 360 gradi sull’organizzazione dell’azienda e sul rapporto tra il distributore di San Giuliano e la sua  clientela.
Ne parliamo con Cinzia Perucca, marketing director broadline di Tech Data Italia, che lo declina con novità sul web, sul modello di business e sui nuovi servizi per i dealer. Perché il nuovo approccio parte proprio da alcune survey che Tech Data ha fatto con i propri clienti che hanno evidenziato richieste di servizi fondamentali per lavorare in modo innovativo. “Abbiamo fatto un investimento significativo sul nostro sito di ecommerce InTouch, nell’ottica di mettere i rivenditori in condizioni di vendere di più e fare più margini. Sul web oggi un reseller può fare offerte mirate proponendo anche servizi propri in aggiunta al listino di Tech Data e tenere traccia delle offerte vantaggiose.  Questo permette al dealer di lavorare meglio sui margini, confrontando prezzi e prodotti”.

Cinzia Perucca

A questo si è aggiunto di recente un nuovo portale dedicato al mondo Apple, sempre integrato in InTouch, dove il reseller può valutare e fare acquisti sull’intera gamma di prodotti Apple (iPhone esclusi perché non nel listino del distributore), dando anche al mondo Apple servizi già adottati per i prodotti presenti nell’offerta a valore di Tech Data, denominata Collection of Specialist, rappresentata da Azlan, Brighstar, Maverick e Datech. “Sul web abbiamo anche ampliato la nostra presenza sui social media, in particolare su Twitter, dove abbiamo ad oggi 150 follower che seguono la nostre attività e promozioni” precisa Perucca.

Per quanto riguarda i nuovi modelli di business, l’attenzione è per TD Activate-Here, un nuovo servizio per la distribuzione elettronica del software, al momento attivato per la famiglia di software Symantec Norton, “ma che vedrà a breve altri prodotti nell’offerta” precisa Perucca.  “Il dealer può decidere se acquistare software in modo tradizionale o avvalersi di questo portale che spedisce la chiave per acquistare il software direttamente al rivenditore, al quale spetta la scelta di girarla direttamente all’utente finale o di scaricare lui stesso il prodotto. Abbiamo diversi vendor interessati a questa modalità, già attiva in Germania, Francia, Inghilterra e Svizzera con diverse software house. Il rivenditore senza fare stock nel proprio negozio può avere a disposizione tutti i prodotti sul prorpio sito, senza costi di pachettizzazone, spedizione e pagamento anticipato”.

TC Activate-Here è un progetto con alle spalle un anno di sviluppo soprattutto per le tematiche legate alla sicurezza. “A questo si aggiunge anche la proposizione TD Cloud, già bene avviata a livello europeo,  che in una logica di servizio dà ai rivenditori non  in grado di avere uan infrastrutura cloud, alcuni servizi che possono essere facilmente rivenduti. Anche in questo caso le soluzioni da rivendere in Italia  sono in via di definizione” precisa Perucca.

Per quanto riguarda i servizi, alta rimane l’attenzione per i servizi gestiti di stampa (TD Managed Printing Services) che permettono ai reseller di gestire l’intero processo di stampa on demand, anche in area multivendor “supportato dal cambio di paradigma che Tech Data sta vivendo attraverso il cloud e i servizi” precisa la manager.
Ad oggi la divisione a valore, che raccoglie la Collection of Specilis, è responsabile del 35% del fatturato, mentre il restante 65% rimane in mano al business del volume. “Il primo quarter dell’anno ha visto febbraio e marco in crescita, mentre aprile vive dell’Effetto Monti per molte aziende italiane”. Gli strumenti sviluppati nell’ottica di TD Innovation sono pensati proprio per aiutare i rivenditori a ridare slancio al business.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore