Tech Data supera le previsioni

News

Nel quarto trimestre fiscale, terminato lo scorso 31 gennaio, le azioni
di Tech Data sono state valutate 67 centesimi contro i 54 previsti dagli
analisti.

Steve Raymund, ceo e presidente di Tech Data, pur non essendo convinto
di quanto sta avvenendo a Wall Street, si è dichiarato soddisfatto dei
risultati raggiunti nel corso dell’ultimo trimestre fiscale, terminato a
fine gennaio. Nel periodo, Tech Data ha guadagnato 38,9 milioni di
dollari, pari a 67 centesimi per azione, contro i 54 centesimi previsti.
Un risultato importante paragonato al medesimo trimestre dell’anno
passato, dove la società ha registrato perdite per 303 milioni,
equivalenti a 5.37 centesimi per azione.
Il fatturato del trimestre
in esame è stato di 4.92 miliardi di dollari, con un incremento del 22%
rispetto al precedente esercizio. Per il nuovo anno fiscale Tech Data
stima di poter raggiungere un guadagno superiore ai 104 milioni di
dollari, invertendo positivamente la tendenza dell’ultimo anno. A
sostenere fortemente la crescita, il continente europeo che ha
registrato un aumento del 41% delle vendite, dovuto alle particolari
caratteristiche di questo mercato. Raymund, nonostante la sua consueta
prudenza, si è dichiarato cautamente ottimista per il resto dell’anno.