Telecomunicazioni e Internet, matrimonio di successo

News

Tra i siti più frequentati sulla Rete, spiccano quelli legati alle aziende di telecomunicazioni e a Internet service provider.

Si è svolta recentemente la terza edizione di Iab Forum, il convegno dedicato alla pubblicità interattiva promosso da Interactive Advertising Bureau, l’associazione che riunisce gli operatori della pubblicità online. Nel corso dell’evento sono stati resi noti interessanti dati riferiti alla navigazione su Internet. In una ricerca condotta da Nielsen/NetRatings, che ha coinvolto circa 20 milioni di utenti italiani, corrispondenti al 35% della popolazione, emerge un aumento dell’8% dei navigatori attivi e potenziali. C’è una netta prevalenza di laureati o comunque di persone con un alto livello di istruzione, che rappresentano il 74% del totale. Emerge inoltre che i siti più visitati sono quelli legati alle aziende di telecomunicazioni o agli Internet service provider (Isp), scelti dal 67% dei navigatori. Queste categorie si posizionano al secondo posto, dietro quella rappresentata da portali/community e motori di ricerca, ma davanti ai siti di entertainment. Questo atteggiamento porta le aziende delle Tlc e gli Isp a investire sempre di più in pubblicità sul Web. Secondo la ricerca, nel primo semestre 2005, la pubblicità online in questo comparto ha raggiunto una cifra superiore agli 8 milioni di euro, pari all’11.5% del totale, e attualmente inferiore solo agli investimenti pubblicitari derivanti dal settore finanziario/assicurativo, che rappresentano circa il 13%.