Telefonia ancora in crescita

News

Secondo l’analisi di Idc, nel terzo trimestre il settore registra in Europa
una crescita del 9%, ma i profitti risentono della forte pressione dell’ultimo
quarter.

Il mercato complessivo della telefonia mobile (compresi i dispositivi
covergenti), in Europa, continua a crescere. Nel terzo trimestre dell’anno, il
comparto è cresciuto del 9%, arrivando a superare i 44 milioni pezzi contro i
40,5 milioni registrati nel corrispondente periodo del 2005.
Secondo l’analisi di Idc, il settore mostra nei paesi dell’Europa occidentale
una crescente vitalità di anno in anno, con una intensificazione della
concorrenza nell’ambito del segmento di fascia alta, grazie anche all’aumento
dei servizi veicolati attraverso i dispositivi mobili. La forte competizione
continuerà, sottolinea Idc, sia in quest’ultimo scorcio dell’anno che nel 2007,
soprattutto grazie alla proliferazione dei dispositivi convergenti, che però
stanno avendo incrementi inferiori rispetto alle aspettative. Per il 2006 la
crescita dovrebbe attestarsi su un +11% anno su anno.
Osservando la classifica dei vendor, Nokia continua a primeggiare con uno share
di poco superiore al 35,1%, con una crescita del 9% nel periodo. Seguono Samsung
e Motorola, rispettivamente con quote di mercato del 16,9% e del 13,5%. Motorola
registra una leggera flessione, pari allo 0,6% sequenziale, probabilmente dovuta
al fatto che sta attraversando un periodo di transizione con l’arrivo dei nuovi
prodotti. La sua posizione è insidiata da Sony Ericsson, che vanta una quota di
mercato del 13,4%, con la crescita più alta del comparto: +28,9%. Molto distante
figura BenQ Siemens, che soffre delle recenti vicissitudini dovute ai problemi
finanziari della filiale europea.