TEST: Panasonic HDC-SD80

Prodotti

Videocamera ultracompatta con registrazione su scheda di memoria, full HD e sensore da 1,5 megapixel: obiettivo grandangolare e teleobiettivo con supertelemacro che consente riprese a fuoco anche di soggetti molto distanti. A listino a 449 euro

Tra le nuove videocamere digitali di Panasonic abbiamo provato la ultracompatta HDC-SD80, che si distingue per il supporto di registrazione, limitato alle schede di memoria, zoom intelligente 42x, stabilizzatore ottico di immagine, sensore Full HD 1920×1080 e risoluzione da 1,5 megapixel. Ottima per riprese on the road, perché molto compatta nelle dimensioni (51.5 x 59 x 109 mm) e davvero contenuta come peso (192 g).

Dal corpo macchina si estende un display Wide LCD touch da 2,7 pollici che consente la regolazione delle impostazioni di ripresa, scatto e generali (volume, lingua menu etc…): è possibile ruotarlo di 180 gradi per autoscatti all’occorrenza. La parte interna della videocamera ospita alcuni comandi: un pulsante per attivare e disattivare istantaneamente lo stabilizzatore ottico di immagine (Hybrid O.I.S.), uno per la regolazione automatica dei parametri di ripresa (illuminazione, bilanciamento del bianco etc…) e quello per spegnere la videocamera. Oltre a questi troviamo anche le porte per collegarla a computer o televisori: una porta mini HDMI, una Usb ed una Multi AV.

Appena sopra alla batteria è posto il selettore di modalità per passare da video a foto a riproduzione. Sull’altro lato è presente il connettore per la alimentazione elettrica, oltre ad una piccola levetta che apre e chiude la protezione per l’obiettivo. Non ci sono ingressi per cuffie o microfoni. Quest’ultimo è integrato e ben si adatta all’utilizzo dello zoom: questo significa che durante la ripresa di soggetti molto distanti, il microfono è in grado autonomamente di ridurre il disturbo ambientale causato, ad esempio, dal rumore del vento. La registrazione audio è a due canali con tecnologia Dolby Digital. Sulla base di appoggio della videocamera l’alloggiamento per la scheda di memoria e il perno per l’avvitamento a un cavalletto.

Panasonic HDC-SD80

Panasonic HDC-SD80

Le ottiche sono Panasonic, focale F1,8/4 con zoom ottico 34x e lunghezza focale 2,38 – 81mm, equivalente a 33,7-1240mm (in ripresa video) con il formato 35mm. L’obiettivo è accompagnato da un flash led con attivazione manuale o automatica, via software.

Panasonic HDC-SD80, la levetta dello zoom: la videocamera dispone di zoom ottico 37x, estendibile a 42x con iZoom

Panasonic HDC-SD80, la levetta dello zoom: la videocamera dispone di zoom ottico 37x, estendibile a 42x con iZoom

 

L’esperienza d’uso è convincente, soprattutto per quanto riguarda la potenza dello zoom intelligente in combinazione con lo stabilizzatore ottico, che in caso di riprese tele offre davvero un ottimo servizio: altrettanto valida è la qualità delle funzionalità di autoregolazione intelligente di esposizione e messa a fuoco, rapida e precisa. Una soluzione che ben si adatta a chi non ha particolari competenze fotografiche e non vuole perdersi tra tempi di esposizione, diaframmi e otturatori. Viceversa è possibile disabilitare i controlli automatici e personalizzare i parametri di ripresa e di scatto secondo le proprie preferenze.

Tra le funzionalità più utili si segnalano il riconoscimento dei volti, la compensazione automatica della luminosità della scena, in caso di retroilluminazione (situazione tipo: un soggetto con alle spalle una finestra o una fonte luminosa, normalmente sarebbe sottoesposto e quindi in ombra; con questa funzionalità attivata, il soggetto viene correttamente illuminato). Interessante anche la modalità Modo Tele Macro, che consente di usare al massimo lo zoom ottico (37x) ed effettuare riprese macro, ovvero come se si fosse a distanza ravvicinata dal soggetto, con quest’ultimo perfettamente a fuoco.

Panasonic HDC-SD80, la parte interna della videocamera ospita pulsanti e porte di collegamenti HDMI, Multi AV e mini Usb

Panasonic HDC-SD80, la parte interna della videocamera ospita pulsanti e porte di collegamenti HDMI, Multi AV e mini Usb

L’organizzazione dei menu è abbastanza intuitiva e si riescono a modificare le impostazioni con una certa rapidità, una volta memorizzata la logica che sottosta ai menu: utile, in questo senso, la guida sensibile al contesto, che mostra una breve descrizione di ciascun comando semplicemente selezionandolo con un dito. L’utilizzo dello zoom è davvero flessibile: la scelta migliore, a parer nostro, resta sempre quella di sfruttare unicamente quello ottico, che non altera la qualità delle immagini e, con un ingrandimento massimo 37x garantisce ottimo risultato su soggetti anche molto lontani. In alternativa si può attivare lo zoom digitale intelligente (fino a 42x) o “libero”, con un ingrandimento fino a 2000 volte, con il degradamento di qualità che ne consegue. Graduale e “morbido” invece l’ingrandimento, che limita il rischio di avere riprese a scatti per un utilizzo brusco della leva dello zoom.

 

Per quanto riguarda la modalità fotografica, il sensore raggiunge i 3 megapixel di risoluzione massima, con possibilità di scattare immagini in formato 3:2 o 16:9. E’ possibile inoltre attivare lo scatto multiplo e l’autoscatto, grazie alla rotazione di 180 gradi del display, come accennavamo in precedenza. Il flash può essere disattivato o impostato sulla gestione semi-manuale dell’intensità (tre livelli disponibili). In questo ultimo caso, al momento di scattare una fotografia a rischio sovraesposizione o sottoesposizione, sul display appare un’icona rispettivamente bianca o rossa.

La confezione in vendita comprende una batteria agli ioni di litio da 1790 mAh, il cavo Usb, il cavo multi AV, l’alimentatore AC, il manuale e un CD con il software HD Writer AE 3.0 per la gestione del collegamento al pc e relativa acquisizione dei contenuti foto e video. Nella scatola anche uno stilo in plastica dalla forma alquanto strana: considerando che la risposta del touchscreen è piuttosto buona, a parer nostro l’utilizzo dello stilo risulta non necessario. Non abbiamo trovato schede di memoria. Ricordiamo che sono supportate schede SD, SDHC e SDXC.

Panasonic HDC-SD80, il menu è intuitivo e gestibile con le dita direttamente tr
amite il display touch da 2,7 pollici

Panasonic HDC-SD80, il menu è intuitivo e gestibile con le dita direttamente tramite il display touch da 2,7 pollici

Panasonic HDC SD80 è ordinabile sul sito Web di Panasonic a 449 euro.