Toshiba: più spazio al btob (Iot, wearable, computer vestiti)

News
1 4 Non ci sono commenti

Massimo Arioli, Head B2B Sales & marketing Pc di Toshiba Europe, ha sottolineato come, abbandonato il retail e il consumer, la società sta cavalcando l’area più professionale: Pc e i prodotti che sposano la filosofia dell’Iot, del wearable e che porti a guardare a settori come il mondo delle assicurazioni

Terminate le problematiche giapponesi, dopo circa un anno e mezzo, Toshiba è pronta ripartire, accelerando le decisioni che arrivano dalla casa madre giapponese, tornando al passato, uscendo dal retail e concentrandosi sull’area btob, ma cercando di farlo in modo diverso rispetto a quanto fatto fino a ora. Massimo Arioli, Head B2B Sales & marketing Pc di Toshiba Europe, ha sottolineato come le cose in Toshiba, in Italia stanno continuamente cambiando. Abbandonato retail e di fatto il settore consumer, Toshiba sta cavalcando l’area più professionale per quanto riguarda i Pc e i prodotti che sposano la filosofia dell’Iot, del wearable e che porti, in un certo senso, a guardare a settori fino a ora poco interessati come il mondo delle assicurazioni.

Massimo Arioli
Massimo Arioli

“Oggi si analizza il mercato, sia crea una propria line-up, si produce, la si spedisce e la si vende. Questo modello, che l’hardware ha mantenuto, si sposa bene con il concetto btob che abbiamo sposato e sul quale ci siamo rafforzati, continuando a investire. Avendo chiuso il retail e odm che producevano per la parte basa del btob, abbiamo rafforzato le piattaforme btob che lavorano maggiormente sul customizzato, cambiando il sistema interno”, spiega Arioli, il quale prosegue sottolineando come la società si appoggi sempre al canale, a un canale quanto più affidabile possibile. “Con un focus btob porteremo anche soluzioni legate all’Iot e al computing e a gennaio lanceremo soluzioni dedicate ai device come le soluzioni che sono già presenti sul virtual desk”. 

Arioli spiega anche qualche novità sul Client zero: device mobile con tre configurazioni e due dimensioni: da 13 e 15 pollici. Importanza sulla connettività wireless e soluzioni integrabili e compatibili con Vmware, Citrix, Microsoft , possono essere usati server che si basano su Azure o altro integrando ai server dei clienti e di fatto customizzando la soluzione. Lavorando in cloud, la sicurezza dei dati e la velocità di connessioni, Toshiba vuole un maggiore coinvolgimento dei distributori e dei rivenditori che avranno il compito di customizzare ed essere proattivi integrando nella loro offering quello che Toshiba offre.

Arioli anticipa alcune novità, aliene per Toshiba, come finora si è presentata, ma che avendo dismesso una fetta di mercato può concentrarsi su un segmento ancora un po’ di nicchia ma velocemente in espansione. In Giappone ci spiega che le soluzioni legate al mobile computing stanno facendo passi da giganti: i giapponesi hanno superato la crisi e si sono rimboccati le maniche – dice Arioli – annunciando un notebook wearable. Un apparecchio tascabile di fatto, ma un vero e proprio pc, che permette a chi lo indossa, attraverso l’integrazione a un software di gestione, di poter accedere agli occhiali digitali o al mondo della digital signage, così come, i giapponesi stanno producendo dei prototipi di Toshiba Glass.

Tra le novità che vedremo il prossimo anno, Toshiba pensa anche al mondo delle assicurazioni e alle aziende che gestiscono un parco macchine. In Giappone, sono già due le società assicurative che hanno stretto un accordo con Toshiba, legandosi a un apparecchio specifico che, appositamente posizionato su un’auto, permette di registrare e inviare segnali relativi a quel veicolo direttamente all’assicurazione dando la possibilità a quest’ultima di avere sotto controllo ‘l’andamento del veicolo e dell’automobilista.

Whitepaper: Vuoi saperne di più sull’argomento? Scarica il nostro whitepaper: Migliorare la customer experience nel mondo mobile

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore