Toshiba Portégé Z830, lo sbarco nel mondo degli ultrabook

Prodotti

Toshiba propone l’ultrabook Portégé Z830, ed è tra i primi vendor a proporre questo nuovo form factor. Portégé Z830 si differenzia per la tastiera retroilluminata e la porta USB 3.0

Toshiba, secondo gli ultimi dati Gartner, è nella top five tra i vendor Pc negli Usa, va meno bene a livello mondo, ma è indubbio che nel DNA del vendor c’è la capacità di costruire ottimi ultraportatili (basti ricordare il mitico e oramai storico Portégé R600) e, ora che è arrivato il momento degli ultrabook, la prima volta di Toshiba con Portégé Z830 è una buona prima volta.

Abbiamo potuto usare questo ultrabook solo per pochi giorni e quindi riferiamo anche in video le nostre prime impressioni.

Toshiba Portégé Z830 è un ultrabook con il peso di appena 1,1Kg, per uno spessore massimo di 1,4 cm, ma in molti punti il notebook è sensibilmente più sottile. Lo chassis è in lega di alluminio e magnesio, mentre la base non offre la stessa qualità di materiali. Il display ha una diagonale da 13, 3 pollici. Si tratta di un pannello Wxga con risoluzione 1.366×768 pixel a finitura opaca, quindi una finitura adatta soprattutto per chi lavora, professionale. E’ incernierato sulla base in modo convincente, ma certo la flessibilità è fin eccessiva. Invece si apprezza subito la tastiera retroilluminata e il touchpad con il lettore di impronte digitali, e la possibilità di esclusione. La zona di appoggio è sufficientemente ampia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore