Trend Micro estende la partnership con VMware per rafforzare il ruolo nella sicurezza server

News
accordi, accordo, meeting, business meeting@shutterstock

Durante il VMworld Europe 2013 Trend Micro sta lavorando con VMware per integrare Trend Micro Deep Security con VMware NSX, la piattaforma per la virtualizzazione di rete

Trend Micro ha esteso la propria partnership con VMware per supportare la nuova evoluzione della virtualizzazione verso il Software Defined Data Center, rafforzando così il proprio posizionamento nella sicurezza server. Durante il VMworld Europe 2013 che si è svolto in questi giorni a Barcellona, Trend Micro, Global Platinum Sponsor all’evento di Barcellona, sta lavorando con VMware per integrare Trend Micro Deep Security con VMware NSX, la piattaforma per la virtualizzazione di rete.

Il risultato di questa collaborazione sarà un framework di sicurezza all’avanguardia per i clienti comuni, che accresce la protezione e allo stesso tempo automatizza il deployment della sicurezza negli ambienti data center virtuali. A conferma dell’impegno verso i partner tecnologici per affiancarli nella trasformazione dell’IT garantendo sempre la massima protezione, Trend Micro annuncia anche che il suo programma “Trend Ready for Cloud Service Providers”, istituito come banco di prova per verificare la compatibilità delle soluzioni di sicurezza Trend Micro con i principali provider di infrastrutture cloud globali, continua a riscuotere grandi successi certificando i più importanti fornitori di servizi cloud al mondo.

L’approccio Software Defined Data Center consente di ottimizzare tutte le risorse necessarie per l’host di una applicazione, compreso lo storage, il networking e la sicurezza. Parte del portfolio Trend Micro Cloud e Data Center Security Solutions, Deep Security integra funzionalità antimalware, di web reputation e firewall in aggiunta alla prevenzione dalle intrusioni, monitoraggio dell’integrità e ispezione dei registri, per proteggere dati e applicazioni mission-critical.

La piattaforma utilizza una protezione agentless e agent-based per garantire la sicurezza in automatico sia dei server e desktop virtuali sia degli ambienti cloud privati e pubblici. Mentre le aziende di tutto il mondo continuano il loro processo di transizione verso il cloud pubblico, la sicurezza informatica si conferma un asset fondamentale da dover tutelare. Per supportare questa trasformazione, Trend Micro ha istituito il programma “Trend Ready for Cloud Service Providers”, la prima iniziativa pensata specificatamente  per aiutare i cloud provider a ridurre le proprie preoccupazioni rispetto all’implementazione della sicurezza negli ambienti cloud. Il programma continua a riscuotere successo e ad oggi sono stati certificati 20 tra i principali fornitori di servizi cloud, tra i quali Amazon Web Services, HP e Dell Cloud Services.

Essere “Trend Ready” significa che un’infrastruttura cloud può supportare o integrare il portfolio Trend Micro Cloud and Data Center Security Solution che comprende Deep Security, la prima piattaforma di sicurezza agentless che offre funzionalità antimalware, di web reputation e firewall in aggiunta alla prevenzione delle intrusioni, monitoraggio dell’integrità e ispezione dei registri, e SecureCloud che fornisce la crittografia per proteggere i dati sensibili nei cloud pubblici e negli ambienti virtualizzati. La designazione “Trend Ready” indica che l’installazione delle soluzioni Trend Micro potrà avvenire garantendo un’operatività senza interruzioni e integrandosi perfettamente nell’ecosistema dei provider cloud, a loro volta, aderendo al programma, i fornitori di servizi daranno ai propri clienti la conferma che le loro infrastrutture cloud potranno operare agilmente con i prodotti di sicurezza Trend Micro già adottati in precedenza.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore