Trimestre in calo per Ingram Micro

News

I primi tre mesi dell’anno si chiudono con una flessione del 2,5%.

Negativa la chiusura del primo trimestre del nuovo anno fiscale, avvenuta lo scorso 29 marzo, per Ingram Micro, che registra un fatturato pari a 5.47 miliardi di dollari, in calo del 2,5% rispetto al medesimo periodo del 2002. Kent B. Foster, presidente e ceo della società, ritiene che comunque Ingram Micro stia tenendo bene la propria posizione in un momento così difficile del mercato: “…Malgrado il calo delle vendite rispetto all’anno scorso – sostiene – Ingram Micro è riuscita a migliorare i propri guadagni, se si escludono i costi affrontati per la ristrutturazione…” Il Nord America, 50% del totale, registra un calo dell’11,6% e del 6,9% dal punto di vista sequenziale. Meglio la situazione in Europa, 35% del fatturato complessivo, con un aumento superiore al 9% rispetto all’anno passato, ma con una decrescita sequenziale del 7%. Abbastanza simile il mercato degli altri paesi, Asia Pacifico e America Latina, con un incremento dello 6,8% e un calo sequenziale del 7,7%. Nel secondo trimestre, ancora caratterizzato dalla bassa domanda dei paesi del Nord America, ci si attende un fatturato di 4,9-5,1 miliardi di dollari.