Tutti pazzi per il flusso telematico del 730. Ecco le istruzioni del fisco

News
Caf, professionisti, sostituti d'imposta

L’Agenzia delle entrate informa sulle comunicazioni telematiche (modello 730-4) da parte di Caf e professionisti abilitati. Ecco le scadenze e le regole da seguire

Il 730 corre in rete. L’Agenzia delle entrate spiega la gestione dei flussi telematici che accompagnano sia i Centri di assistenza fiscale e i professionisti abilitati (iscritti all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili e all’albo dei consulenti del lavoro), sia da quest’anno, tutti i sostituti d’imposta (datori di lavoro ed enti pensionistici) per il modello 730.

Una nota dell’Agenzia delle entrate spiega che Caf e professionisti abilitati devono comunicare in via telematica all’Agenzia delle Entrate il risultato contabile delle dichiarazioni 730 (modello 730-4). L’Agenzia, entro 10 giorni dalla ricezione, mette a disposizione telematicamente questi dati ai sostituti d’imposta (datori di lavoro ed enti pensionistici) o a intermediari da questi incaricati.

E, da quest’anno, tutti i sostituti d’imposta devono partecipare al flusso telematico inviando entro il 31 marzo i risultati finali dei modelli 730. I sostituti d’imposta devono presentare il modello di Comunicazione per la ricezione in via telematica dei dati relativi ai 730-4 resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate – pdf per comunicare l’indirizzo telematico dove ricevere il flusso delle comunicazioni relative ai 730-4. La comunicazione non deve essere inviata dai sostituti d’imposta che hanno partecipato al flusso telematico dei modelli 730-4 nell’anno 2011.

L’Agenzia spiega che la comunicazione deve contenere l’utenza telematica presso cui il sostituto intende ricevere direttamente il mod. 730-4; se in possesso di più utenze, quella scelta per ricevere il modello e l’intermediario prescelto tra i soggetti incaricati alla trasmissione telematica. Il modello deve essere presentato anche per comunicare la variazione dei dati già inviati (per esempio, intermediario incaricato, dati anagrafici, ecc.).

Per compilare e trasmettere telematicamente all’Agenzia delle Entrate dichiarazioni, modelli, richieste, comunicazioni o anche effettuare versamenti, è possibile utilizzare i software di compilazione e i software di controllo messi a disposizione dall’Agenzia o reperibili sul mercato (solo per i software di compilazione), e procedere alla predisposizione, verifica e invio del “file” creato.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore