Tutto bene per Intel

News

Fatturato in crescita sia considerando l’ultimo trimestre del 2004 sia l’intero anno.

Un anno di soddisfazioni per Intel che vede il fatturato in crescita del 13.5% rispetto al 2003 e raggiungere quota 34.2 miliardi di dollari. Cifra che supera il record raggiunto nel 2000, quando il fatturato si era attestato a 33.7 miliardi. Anche gli ultimi tre mesi dell’anno sono stati ricchi di soddisfazione. Nel quarto trimestre il fatturato si è attestato a quota 9.6 miliardi, in crescita sia rispetto al 2003 che al terzo trimestre 2004. L’utile netto, superiore ai 2 miliardi, risulta di un paio di punti percentuali inferiore rispetto al corrispondente periodo del precedente esercizio, ma in crescita del 33% (7.5 miliardi di dollari) considerando l’intero anno. Per Craig R. Barrett, ceo di Intel, si tratta di risultati molto positivi, grazie alla forte domanda di architettura Intel in tutti i paesi e nei diversi canali distributivi. “?I nostri investimenti nella capacità produttiva, in nuovi prodotti innovativi e nella presenza a livello globale – ha specificato – ci hanno permesso di registrare crescite a due cifre sia a livello di fatturati che di profitti per due anni di seguito. Nel 2005, ci aspettiamo una continua crescita con la progressiva implementazione della rampa produttiva con tecnologia di processo a 65 nm e l’introduzione sul mercato dei nostri primi microprocessori dual-core in un’ampia gamma di nuove piattaforme”.
Soddisfazione anche da parte di Dario Bucci, amministratore delegato di Intel Corporation Italia, che ha sottolineato come il mercato italiano abbia seguito l’andamento dell’area Emea (Europa, Medio Oriente e Africa), “? Degno di nota è sicuramente il trend in crescita degli acquisti, in particolare sotto Natale, dei Pc destinati all’intrattenimento e alla condivisione di contenuti digitali multimediali? Tra questi gli innovativi Entertainment Pc, una nuova categoria di computer che associano alle tradizionali prestazioni un design e un’estetica particolarmente curati”. Secondo una ricerca commissionata da Intel, più del 70% degli italiani vuole la tecnologia nel proprio salotto, a patto che siano prodotti e sistemi più semplici, meno ingombranti e belli da vedere.