Un bond da 300 milioni di euro per Gruppo TeamSystem

News

Si è concluso il roadshow condotto nei giorni scorsi sulle principali piazze europee volto a far incontrare il management di Gruppo Teamsystem con gli investitori investitori istituzionali internazionali e italiani. L’operazione di emissione del bond da 300 milioni di euro è stata curata da JP Morgan in qualità di global coordinator e bookrunner

Un bond da 300 milioni di euro per il Gruppo TeamSystem. Si è concluso il roadshow condotto nei giorni scorsi sulle principali piazze europee volto a far incontrare il management dell’azienda con gli investitori investitori istituzionali internazionali e italiani.

L’operazione di emissione del bond da 300 milioni di euro è stata curata da JP Morgan in qualità di global coordinator e bookrunner mentre Unicredit, Société Générale ed HSBC hanno agito in veste di joint global coordinator e Banca IMI ed IKB in veste di joint bookrunner. Questa operazione, la prima in assoluto nel settore per una società italiana, consente al Gruppo TeamSystem di rendere più efficiente e razionale la propria struttura del capitale. “Il successo dell’operazione – commenta Federico Leproux, amministratore delegato di TeamSystem testimonia la solidità, la credibilità e il posizionamento del nostro Gruppo, e la qualità dell’approccio manageriale. TeamSystem è stata infatti in grado di attrarre investitori internazionali, nonostante il momento storico attuale, nel quale spesso si guarda l’Italia con scetticismo. Riteniamo che questo rappresenti un segnale positivo non solo per la nostra azienda, ma per l’intero sistema”.

Federico Leproux
Federico Leproux

“Il nostro ingresso sul mercato obbligazionario – continua Leproux – è coerente con la nostra strategia e con la continua evoluzione del nostro Gruppo verso una realtà sempre più strutturata ed istituzionale. Abbiamo infatti avviato un articolato piano di iniziative di crescita, numerose delle quali sono già in corso e stanno già producendo risultati positivi, sia in ambito commerciale sia in ambito di evoluzione e rinnovamento della nostra offerta di prodotti. Questa operazione ci consentirà di rafforzare ulteriormente questo percorso di sviluppo, e ci darà una ulteriore importante leva per raggiungere gli sfidanti obiettivi di crescita, grazie alla incrementata flessibilità finanziaria ed operativa che ne deriva”.

Le senior secured notes sono state emesse alla pari con coupon di 7,375%. Il bond ha trovato un ottimo riscontro da parte dei principali investitori istituzionali internazionali sia europei che americani. Il rating è B2 da parte di Moody’s e B da S&P, entrambi con outlook stabile. L’operazione è stata seguita, per gli aspetti legali, dallo studio Gattai, Minoli & Partners e Simpson Thacher per l’emittente e da Linklaters per le banche. Rothschild ha agito in veste di advisor dell’emittente, mentre advisor fiscali sono stati lo studio Pirola, Pennuto, Zei e Associati e lo Studio Tremonti, Vitali, Romagnoli, Piccardi e Associati.

Dall’ultima convention, la numero 34, Leproux ricordava che “Con una consolidata posizione di leadership in un mercato in progressiva concentrazionecommenta Leprouxsiamo diventati un punto di riferimento nell’industria del software e servizi sia nel segmento professionisti, sia Pmi. In un contesto caratterizzato da una perdurante difficoltà economica, la società ha continuato a registrare importanti risultati economici-finanziari: fatturato di circa 160 milioni euro, in crescita dell’8%, 120mila clienti unici e quasi 1.200 dipendenti”.

Risultati supportati sia per linee esterne, con operazioni straordinarie di forte rilevanza strategica – quattro società acquisite nel corso del 2012 -, sia per linee interne, sfruttando le diversità delle aziende della società e migliorando il presidio sul territorio attraverso un’evoluzione dei Var coinvolti, che hanno raggiunto quota 650 entità. “Per il 2013 – prosegue Leproux – ci poniamo obiettivi ancora più ambiziosi: nuovi clienti in entrambi i segmenti e una conseguente crescita del fatturato del 6%. Ciò sarà possibile anche grazie all’implementazione del progetto di rinnovamento prodotto, sviluppato per il miglioramento di tutte le nostre soluzioni, contando su un investimento di 20 milioni – da distribuire nei prossimi anni – in aggiunta alle consuete risorse messe a disposizione annualmente per la manutenzione evolutiva”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore