Un canale che investa sul cloud per la ‘nuova’ Panda Security

News
Gianluca Busco Arré, Panda Security

Gianluca Busco Arré, Country Manager di Panda Security Italia, spiega la strategia aziendale e l’obiettivo di puntare su partner di canale che investano sul cloud

Panda Security ritorna a far parlare di sé, in chiave sempre più cloud e sempre più dedicata al mercato corporate, con la chiusura della divisione retail nel 2016, con un occhio anche al mondo della fascia mid enterprise, ma senza allontanarsi dalle small e medium business, lo zoccolo duro di Panda.

Panda Security è una società spagnola, che è ripartita anche in Italia dove è presente con dodici persone. La rivisitazione della società, avvenuta nel 2016, ha giovato all’azienda che nel 2017 ha visto, secondo Gianluca Busco Arré, Country Manager di Panda Security Italia, una ‘crescita impressionante‘. “Abbiamo spinto alcune delle tecnologie che per noi hanno valore e che si vedono all’avanguardia, perché Panda è molto tecnologica, a tal punto che i nostri clienti non sono stati colpiti dagli attacchi di Wannacry e Petya”.

Gianluca Busco Arrè_Country Manager Panda Security Italia
Gianluca Busco Arrè, Country Manager Panda Security Italia

E, proprio in ragione degli ultimi, feroci, attacchi che hanno coinvolto quasi tutto il pianeta, Panda Security e Stormshield, azienda francese attiva nella protezione delle reti aziendali, hanno siglato un accordo europeo che unisce le rispettive competenze a garanzia di una protezione ancora più efficiente delle infrastrutture e degli ambienti IT delle aziende, al fine di fornire loro un aiuto concreto nel percorso verso la trasformazione digitale. Attraverso questa alleanza strategica, i clienti avranno accesso a soluzioni uniche, progettate per rilevare e contrastare le minacce note e non note ai danni di reti, workstation e server. L’offerta congiunta darà ai clienti una visibilità completa e unificata delle minacce.

Oltre a fornire ai clienti una soluzione unificata ed europea al 100%, che integra il meglio delle tecnologie per la sicurezza di perimetro e endpoint, questa collaborazione permetterà ai due partner di condividere esperienze e competenze in merito alle differenti minacce, al fine di aumentare significativamente il livello di protezione dei propri clienti. Nello specifico Stormshield condividerà la propria esperienza nella tutela di reti industriali e tecnologie operative. Più in generale, Panda Security e Stormshield collaboreranno a stretto contatto per fornire una protezione efficace contro minacce note e sconosciute.

F-Secure e Trend Micro delineano la sicurezza del 2016

Questa collaborazione europea è indice del ruolo centrale che le due società informatiche europee intendono svolgere nel mercato della cybersecurity e in particolare nel campo della protezione dell’infrastruttura digitale. “Stiamo cercando di spingere i clienti verso tecnologie che non siano più un mero antivirus ma qualcosa di più, verso un prodotto che completi il termine cybersecurity e 360 gradi”, continua Busco Arrè.

Uno degli aspetti importanti che il country manager racconta è l’aspetto del canale. “Siamo una società spagnola 100% cloud e contiamo molto sul canale. Nell’ultimo anno abbiamo razionalizzato il canale prediligendo quei partner che avevano investito in tecnologia cloud o in modalità as a service, ma non ignoriamo gli altri, cerchiamo di creare un rapporto privilegiato con quelli che si occupano di cloud. Tanto per ricordare – spiega – nel 2007 abbiamo affrontato il cloud attraverso tecnologie pensate per i clienti finali e al canale non chiediamo solo rivendita ma anche la possibilità di erogare servizi. Lato consumer siamo ancora presenti, ma prediligiamo la vendita via web, mentre abbiamo chiuso la vendita a scaffale”.

La revisione della società ha sottolineato un momento di crescita , tanto che, come spiega il country manager, “cresciamo del 43 % mensilmente perché abbiamo trovato un modello vincente e le aziende si avvicinano a questo modello perché non le aiutiamo solo sul fronte tecnologico ma cerchiamo un approccio a 360 gradi, per struttura e per modello innovativo. Ai partner non chiedo di vendere prodotti ma anche servizi”. Il supporto tecnico in italiano, a Milano, rappresenta per l’azienda un ulteriore punto di forza per coprire le aziende italiane e lo fa anche formando il canale dei partner, attraverso un percorso formativo gratuito. “I partner vengono da noi in aula e possono essere formati sui servizi che eroghiamo”.

Whitepaper: Vuoi restare aggiornato sul tema in esame? Scarica il nostro whitepaper: Protezione del data center in cloud con il firewall di nuova generazione

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore