Un leone tra gli scaffali di Euronics

News

E’ partita la nuova campagna di marketing e comunicazione del Gruppo Euronics che associa la figura del leone-cliente re nel proprio regno. Il Gruppo investe in comunicazione 45 milioni di euro nel 2010

Il consumatore fa ancora confusione tra le insegne della grande distribuzione. E’ per rafforzare la corporate identity Euronics ha pensato a una nuova strategia di marketing e comunicazione che voglia mettere al centro dell’attività il consumatore.

Un esempio di cartonato presente nei punti vendita che raffigura il simbolo della campagna comunicazione di Euronics

Il consumatore deve sentirsi nel suo regno quando è nei nostri spazi, un po’ come lo è il leone, re nella sua foresta”, spiega Paolo Galimberti, membro del consiglio di amministrazione e delegato al marketing di Euronics Italia.Abbiamo trasferito a Max Information del Gruppo Armando Testa i valori del nostro marchio: la centralità del cliente all’interno dei nostri punti vendita e l’alta qualità dei servizi offerti. Come per esempio l’assistenza o i corsi di formazione in aula per tutti e poi l’iniziativa di super garanzia”, spiega Galimberti.

Per supportare tutto questo, il gruppo italiano della distribuzione specializzata ha deciso di mettere sul piatto investimenti in comunicazione pari a 45 milioni di euro (+20% in più rispetto al 2009). “Questo è il budget degli investimenti in comunicazione – spiega Tea Della Pergola, responsabile marketing e comunicazione del Gruppo Euronicsper la nostra campagna partita il 17 marzo, il cui target sono le famiglie e i giovani”.

Euronics ha chiuso il 2009 con un fatturato consolidato di 1.800 milioni di euro e una crescita di circa il 10% rispetto all’anno precedente.

I numeri danno ragione all’insegna che già nel 2009 ha aperto 31 nuovi punti vendita, creando opportunità di lavoro per 400 addetti e anche per il 2010 prevede nuove aperture (20/23 nuovi punti vendita anticipa Albino Sonato, presidente di Euronics Italia), un incremento dell’occupazione e del fatturato. A conferma delle previsioni, nelle prime 10 settimane del 2010 vede un andamento positivo, con +13% rispetto al medesimo periodo del 2009.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore