Unieuro termina la fase di rebranding

NewsRetail

Annunciato a maggio e portato a termine in soli 4 mesi, il rebranding della nuova Unieuro è stato completato da SGM Distribuzione

Unieuro ha concluso la fase di rebranding.

Annunciato a maggio e portato a termine in soli 4 mesi, il rebranding della nuova Unieuro è stato completato da SGM Distribuzione.

Dopo il cambio di insegna delle ultime 6 regioni (Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Umbria e Valle D’Aosta), Unieuro è a tutti gli effetti la catena di elettronica di consumo con maggiore capillarità e una rete di oltre 400 punti vendita su tutto il territorio nazionale. Parallelamente prosegue il piano di ampliamento della rete: è stato infatti inaugurato lo scorso 30 agosto un nuovo negozio a Roma Prenestina: con una superficie di 1500 metri quadri è il quarto punto vendita aperto con il nuovo retail format. Unieuro

A fine agosto era stato annunciato che dopo gli oltre 190 store di Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Abruzzo, Campania e Basilicata, continua il piano di rilancio della nuova Unieuro, dal 30 agosto sono stati 142 i negozi che hanno cambiato insegna, di cui 25 Marcopolo, adottando quella che il management ha creato per la nuova Unieuro.

Ad accompagnare il cambio di insegna, anche in Calabria, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sardegna, Sicilia, Trentino Alto Adige e Veneto, la campagna di comunicazione “I love” che prende spunto proprio dal nuovo logo, reinterpretato come un cuore, quale veicolo dei valori dell’azienda e del nuovo posizionamento di marca.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore