Var Group chiude a più 15%

News

Var Group ha chiuso il 2010 con 132 milioni di euro di fatturato (+15%). A Cervia il punto sul cloud computing

Questi i numeri dell’appuntamento che ha riunito a Cervia il canale Var Group: circa 450 partecipanti provenienti da tutta Italia, uno spazio espositivo con 29 postazioni dedicate ai brand di riferimento, alle soluzioni e ai servizi sviluppati e commercializzati dall’azienda; 13 sessioni tematiche con una ricchissima partecipazione, una riunione plenaria che ha radunato sul palco Ibm, Sap, Cisco, Google, Sirmi, l’azienda  Materis Paints Italia.

Un evento che ha fatto il punto sui risultati raggiunti nel 2010, un anno da record durante il quale Var Group ha incrementato il fatturato del 15%, raggiungendo così un consolidato di 132 milioni di euro e sugli inizi del 2011, in crescita del + 7% rispetto allo stesso periodo del 2010. 

Questa crescita deve essere alimentata e una strategia di comunicazione corretta, accompagnata al continuo lavoro di specializzazione delle competenze e di ricerca in innovazione, possono contribuire a mantenere questo trend positivo.  La velocità con cui si fa business oggi è proporzionale alla velocità di gestire le comunicazioni e, dato che il canale Var Group ha sedi in  tutta Italia, avere una soluzione che permette di conoscere in tempo reale se ci sono competenze utili per chiudere una trattativa, significa essere più competitivi.

Così come condividere esperienze o essere in contatto con le persone giuste al momento giusto, anche se non sono vicine fisicamente. Ecco perché da un anno e mezzo Var Group sta utilizzando il Varnetwork uno strumento di collaborazione che oggi cambia forma per diventare il portale del canale Var Group, ovvero l’unico punto di accesso per conoscere in tempo reale tutte le informazioni aziendali.

Un modo più veloce e più adatto ai ritmi del mercato per condividere un’offerta che propone importanti novità sia per quanto riguarda la comunicazione web e mobile, grazie alla nuova agenzia Imama, sia per quanto riguarda l’offerta Cloud. Il tutto nello stile che ci ha sempre contraddistinto e che ci permette di  adattare di volta in volta le soluzioni più innovative alle esigenze delle imprese, integrandole con le soluzioni Ict che gestiscono il cuore dell’azienda.”

Proprio al cuore dell’azienda è dedicato una parte della riunione del venerdì mattina: All in team, un’iniziativa nata dalla collaborazione con Sap Italia, che coniuga la forza del prodotto standard di una multinazionale con la profonda conoscenza verticale e la prossimità degli operatori locali, più vicini alle esigenze della Pmi.

E sempre in questa ottica Var Group ha recentemente acquisito l’azienda Neos Consulting di Bergamo con forti competenze targate Sap. “Dopo la grande crisi, il mercato è cambiato in modo decisivo.  Soprattutto l’economia italiana e l’economia globale sembrano andare su due strade diverse”. Afferma Giovanni Moriani Amministratore delegato di Var Group “L’economia italiana è caratterizzata da tante piccole e medie aziende che devono competere in un mercato globale e, per farlo, hanno bisogno di soluzioni ICT innovative che rispondono alle esigenze specifiche di un settore industriale e di un’area geografica precisa. Ecco perché il ruolo di Var Group è proprio quello di fare da ponte tra le grandi innovazioni del player ICT  internazionali e le piccole imprese italiane di questo settore, per poi insieme sostenere le aziende del nostro paese. Questo permette agli imprenditori con i quali lavoriamo di avere soluzioni altamente specializzate e innovative allo stesso tempo.

Dall’anno scorso Var Group ha annunciato la creazione di una business unit dedicata al Cloud Computing, un ambito nel quale l’azienda sta investendo molto.  La divisione Cloud infatti è oggi in grado di sviluppare progetti di public, private e hybrid cloud e di fornire in questa modalità infrastrutture, ambienti operativi e soluzioni.  Una testimonianza dell’interesse che gli imprenditori stanno dimostrando per questa offerta è stata data, sempre in occasione della Convention, direttamente da Massimiliano Bianchi, responsabile It e Operations di Materis Paints Italia azienda che produce e commercializza pitture decorative e professionali per l’edilizia e che distribuisce  i marchi MaxMeyer, Baldini Vernici e Mister Color. Materis Paints, insieme a Var Group, ha scelto il modello del private cloud per realizzare numerosi progetti di riorganizzazione aziendale. Il Private Cloud ha permesso di costruire un’infrastruttura flessibile composta da elementi facilmente modellabili in base alle esigenze interne e prontamente operativi in tutte le aree aziendali. Materis oggi dispone di strumenti e servizi personalizzabili che può gestire in autonomia velocizzando così i tempi di reazione dell’intera struttura ai cambiamenti esterni.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore