VIDEO TEST: Acer Aspire Ferrari One

Prodotti

Un netbook con il marchio della prestigiosa scuderia di Maranello. Ferrari One è supportato da AMD Vision, funziona con il processore Athlon X2 Dual Core, Windows 7 Home Premium Edition a 64 bit e grafica ATI Radeon HD 3200

Acer Aspire Ferrari One è basato su tecnologia AMD Vision, non c’è Intel Atom, insomma. Questo è già uno dei tratti distintivi tra Ferrari One e i netbook da noi provati fino ad ora. Ferrari One funziona infatti mosso da AMD Athlon X2 Dual-Core a 1,20 GHz e si basa sul chipset AMD M780G. Windows Home Premium a 64 bit è il sistema operativo preinstallato, ma sarà disponibile anche con Windows Home Basic. Comparto audio e video sono allo stato dell’arte per questo segmento di prodotto. Lo schermo (CrystalBrite) è da 11,6 pollici con risoluzione 1366×768 a LED supportato dalla tecnologia AMD Vision e Acer GridVista, la grafica è ATI Radeon HD 3200 con fino a 2047 Mbyte di HyperMemory (256+128 Mbyte max di memoria dedicata), questo incide sulle prestazioni e sui consumi. Nel primo caso facendo segnare un ottimo 4.5 Windows Experience Index nelle performance grafiche, nel secondo caso contribuendo ad abbassare a circa 2 ore e mezzo di utilizzo il netbook con l’opzione Balanced di alimentazione da batteria.

Non è molto. Il comparto audio vanta speaker di qualità con Dolby Home Theater v3 e la simulazione surround 5.1 con qualsiasi dipo di cuffie grazie a Dolby Headphone. Un disco veloce da ben 250 Gbyte e 4 Gbyte di RAM di DDR2 a 667 MHz, contribuiscono al buon risultato prestazionale nei rispettivi comparti. Purtroppo l’indice complessivo è abbassato a un appena discreto 2.9 se si utilizza Windows Aero.

 

 

Acer Aspire Ferrari One non è proprio leggerissimo. Pesa 1,5 Kg, ma sono comprensivi della batteria a 6 celle. Lo spessore nel punto più alto è di 30 mm. Altezza e larghezza nella media per i netbook con questa diagonale (28×20 cm).

Lo chassis è ovviamente rosso Ferrari con relativi loghi sia sul coperchio che sulla base della tastiera. La tastiera ha i tasti (grandi) disposti su sei file, praticamente al 100% rispetto alle tastiere standard, ma è sacrificato a nostro parere il touchpad, che abbiamo trovato decisamente scomodo da utilizzare nonostante le diverse gesture e le possibilità di personalizzazione. Non ci è piaciuta nemmeno la forma trapezoidale, cui bisogna evidentemente abituarsi, è implementato l’utilizzo delle gesture. Comoda invece la soluzione dei pulsanti hardware separati per attivare e spegnere la connettività Bluetooth e Wifi.

 

 

Il pulsante di accensione e appena sotto la presa di rete Ethernet

 

 

 

Ricordiamo che è disponibile un modello anche con connettività WWAN integrata, non è questo il nostro caso. Acer Ferrari One porta inoltre in dotazione 3 prese USB 2.0 il lettore di schedine di memoria, la prese di rete Ethernet e sul fianco sinistro una presa ATI XGP (external Graphics Platform, si utilizza con un particolare cavo PCI Express), oltre all’uscita VGA e alle fessure per il raffreddamento. Un po’ fastidiosa la disposizione della presa di alimentazione prossima a quella di rete e al blocco Kensington. In qualsiasi modo si orienti lo spinotto andrà a ostacolare o il cavo di rete, impedendo anche l’accesso al blocco Kensington, o una delle prese USB. Questa disposizione non soddisfa assolutamente. In mobilità si soffriranno meno questi limiti. Dal fondo – dalla base – si può apprezzare la buona accessibilità ai componenti base: RAM e disco fisso.

Appena sotto la base d’appoggio sono collocati i pulsanti per accensione e spegnimento di Bluetooth e Wifi

 

Per quanto riguarda la dotazione software il netbook ci è arrivato fornito di suite di sicurezza McAfee in prova, ma anche con la soluzione Symantec Norton Online Backup, il software Acer per la gestione del netbook, con la procedura per creare il Cd il ripristino del sistema alle impostazioni di fabbrica. Come oramai consuetudine sono inclusi anche Microsoft Office in prova e Intervideo WinDVD.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore