VMware Forum 2013, gli utenti chiedono flessibilità al cloud

Strategie
Alberto Bullani, Regional Manager VMware Italia

E’ partita da Milano la due giorni di VMware Forum 2013 ( Milano e Roma) con i clienti e i partner di VMware : una riaffermazione delle strategie tecnologiche su tre punti ( Software defined Data Center, Hybrid Cloud ed End user computing)

E’ partita da Milano la due giorni di VMware Forum 2013 ( Milano e Roma) con i clienti e i partner di VMware : una riaffermazione delle strategie tecnologiche su tre punti ( Software defined Data Center, Hybrid Cloud ed End user computing) nel tradizionale incontro con la stampa di Alberto Bullani, regional manager di VMware Italia, ma anche un singolare dietro le quinte con la presentazione di una ricerca che la società ha effettuato per evidenziare l’uso ‘nascosto’ delle tecnologie cloud personali da parte degli utenti che pur operano in ambito aziendale.Alberto Bullani - Regional Manager VMware Italia 3

Gli utenti chiedono al cloud flessibilità e tempi di reazione veloci . E l’automazione del data center come viene proposta da VMware in tema di cloud ibrido “ è la risposta corretta”. Resa forte dall‘occupazione del cuore tecnologico dei principali service provider italiani – come dimostrano le referenze di VMware Forum : Telecom Italia, Aruba, ma anche OVH, Clouditalia e Assocloud – VMware propone da sempre il collegamento con la medesima tecnologia vCloud che occupa la maggiore parte dei data center privati per offrire alla sua utenza una doppia sicurezza di omogeneità tecnologica. E’ in qualche modo una rassicurazione che le utenze aziendali cercano da VMware Italia e dal suo team . E su questo si basa anche la crescita che la country fa segnare trimestre dopo trimestre. Un segnale è la crescita nei servizi IT non solo professionali , ma anche di consulenza: gli utenti italiani sono arrivati sulla soglia di problemi complessi , mentre una survey premia VMware con un alto indice di soddisfazione tra la clientela. Come ricorda anche Luca Zerminiani , System Engineer Manager , la tecnologia di VMware non è difficile da implementare , ma il passaggio al cloud richiede e soprattuto esperienza nel ridisegno dei processi e conoscenza delle best practice. Per questo in VMware Italia funziona un servizio di advisory e di consulenza.

2013-05-14 12.10.43

Ma intanto c’è ancora molto da fare nei rapporti difficili tra responsabili IT in azienda e comportamenti anarchici – soprattutto in Italia – degli utenti che mettono a rischio sicurezza e compliance . Una ricerca condotta da VMware segnala un fenomeno aziendale descritto come “off radar spending”. In Italia raggiunge il 66 per cento la percentuale delle persone che all’interno delle aziende acquista servizi cloud senza autorizzazione. E i responsabili dei servizi IT lo sanno e se ne accorgono, ma questo trend non è percepito come negativo, anzi molte aziende riconoscono che questa spesa fuori bilancio può portare benefici alle loro attività. Insomma l’IT aziendale conosce questo “cloud nascosto”, ma si rende conto che in qualche misura è utile all’azienda. I cinque prodotti e servizi più utilizzati in azienda senza autorizzazione dell’IT sono nell’ordine per l’Italia: servizi di condivisione di dati e file, instant messaging, servizi di email via cloud, video conferenza, uso di social network professionali. Le motivazioni con cui i dipendenti italiani ignorano i protocolli IT sono efficienza e competitività nel lancio di una nuova offerta di prodotti e servizi. Molti pagano questa spesa per il cloud nascosto con il budget della loro unità di business.

I reparti più ribelli in Italia ? Ricerca e sviluppo, Marketing/Pubblicità e Comunicazione, Finance. Commenta Bullani : “ Solo un approccio proattivo dell’IT con appropriati livelli di gestione, sicurezza e visibilità può assicurare che il cloud nascosto diventi un fattore competitivo e non un aminaccia per il business”. Sembrerebbe quindi esistere ancora la possibilità che business unit e dipartimenti IT si riallineino secondo le richieste degli utenti per dare forma a una coerente strategia IT.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore