Vmware ridisegna il modo di lavorare nell’era post Pc

News

Al Vmworld 2011, in corso in questi giorni a Las Vegas, Vmware ha presentato nuovi servizi e prodotti basati sul cloud che accelereranno il passaggio verso un nuovo modo di lavorare nell’era post Pc

Vmware ha aperto i battenti, a Las Vegas, all’edizione 2011 del Vmworld. La società ha annunciato una serie di nuove soluzioni per aiutare le organizzazioni IT a rendere gli ambienti enterprise più agili, produttivi e connessi.

La gamma di prodotti VMware per l’informatica end-user intende liberare dipendenti e organizzazioni IT aziendali da oltre due decenni di tecnologie informatiche complesse e centrate sui dispositivi, offrendo un’esperienza It as a service focalizzata sull’utente all’interno di ambienti enterprise connessi. In questo nuovo modello le aziende sfruttano risorse cloud ibride pur mantenendo un ambiente gestito e protetto, offrendo ai loro dipendenti nuove modalità per collaborare con applicazioni e dati da qualsiasi dispositivo, quando e dove necessario.

In occasione del VMworld 2011, VMware ha presentato nuovi prodotti e servizi basati sul cloud che aiutano le aziende a liberarsi dai modelli dei desktop basati su dispositivi accelerando il passaggio verso un nuovo modo di lavorare nell’era post Pc.

Ecco alcune delle novità che riguardano l’azienda. Disponibile a partire dalle prossime settimane, VMware View 5 semplifica il controllo e la gestibilità dell’IT offrendo un desktop virtualizzato ad alta fedeltà. View 5 introduce miglioramenti fino al 75% sulla banda larga su connessioni LAN e WAN, supporto avanzato della grafica 3D.

A Las Vegas, VMware ha presentato in anteprima due nuove tecnologie destinate all’utenza finale identificate dai nomi in codice Project AppBlast e Project Octopus, che rappresentano un ulteriore passo avanti nella filosofia di delivery universale di applicazioni e dati nell’era post Pc.  Project AppBlast permetterà la distribuzione universale di qualsiasi applicazione, incluse quelle Windows, attraverso qualunque browser compatibile con HTML5, consentendo così l’accesso istantaneo alle applicazioni da remoto senza l’appesantimento dovuto al sistema operativo sottostante. Project Octopus sfrutterà, invece, la tecnologia per la sincronizzazione dei dati di VMware VMware Zimbra e Mozy per consentire la collaborazione e la condivisione di dati e informazioni in ambiti enterprise. Project Octopus offrirà, inoltre, una semplice modalità di integrazione con VMware Horizon, VMware View e Project AppBlast per creare un servizio cloud enterprise sicuro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore