Wildix apre una nuova sede in Germania

News

La scelta di stabilirsi in Germania per Wildix è data dalla volontà di incrementare i propri clienti e partner e con l’obiettivo di far conoscere e lanciare sul mercato europeo nuovi strumenti che consentano l’integrazione delle Unified Communications

Wildix prosegue la propria espansione nel mercato europeo e annuncia l’apertura di una nuova sede in Germania, a Garching, vicino Monaco di Baviera.

Dopo aver avviato nel 2011 una sede commerciale a Carcassonne, oggi la Francia è uscita dalla fase di start-up, registrando nel 2013 aumento del 107% di fatturato. Parte del merito è da assegnare a Wildix KITE, la prima soluzione WebRTC integrata interamente con il sistema di Unified Communications, che ha vinto il premio come  miglior soluzione di UC alla fiera Réseaux et Télécoms a Parigi, lo scorso novembre.

Wildix-TrentoLa scelta di stabilirsi in Germania è data non solo dalla volontà di incrementare i propri clienti e partner, che beneficeranno di un’offerta hardware e software completa ed evoluta, ma anche dall’obiettivo di far conoscere e lanciare sul mercato europeo nuovi strumenti che consentano l’integrazione delle Unified Communications nel mondo It in modo semplice, efficiente e a costi competitivi.

A tal fine, Wildix non solo ha già avviato corsi di formazione tecnica – sia a Monaco che a Berlino – ma ha anche già partecipato a una delle più importanti fiere di settore: il CeBIT di Hannover.

“Con sede in Italia, uffici in Francia e centro di R&D – con 40 sviluppatori – inaugurato in Ucraina nel 2003, Wildix ha ora scelto di installarsi in Baviera per la sua posizione in uno dei crocevia più importanti a livello di business e di espansione del comparto Ict, così come attestato da un recente studio condotto dalla Commissione Europea”, commenta Stefano Osler, CEO di Wildix.In più le leggi e le regolamentazioni amministrative vigenti in Baviera sono tra le più favorevoli per gli investitori esteri. Siamo dunque convinti di aver scelto il luogo migliore per un nuovo passo in avanti verso la leadership Wildix”, conclude Osler. Stefano Osler, CEO Wildix

Wildix è un’azienda particolarmente attiva nella ricerca di nuove opportunità di business e di partner a valore aggiunto con cui collaborare, oltre a essere una realtà che investe costantemente nella ricerca e nell’innovazione”, dichiara Wolfgang Hübschle, Executive Director di Invest in Bavaria. “Siamo quindi ben lieti di dare il benvenuto a Wildix e le auguriamo un futuro di successi anche qui!”.

Wildix sempre più flessibile e pronta ad affrontare nuovi mercati e nuove sfide. Osler, spiegava già lo scorso anno come la commercializzazione fosse partita dall’Italia, da Trento in particolare, estesa poi alla Francia, poi la Germania e aperto alla Russia e all’Ucraina dove, dal 2005, ha aperto una sede. E, questa penetrazione, ha fatto bene al mercato di Wildix. Flessibilità, strategie, erosione delle quote di mercato dei grandi player.

Vediamo se questo fenomeno è continuato, dall’ultimo annuncio fatto alla convention di Wildix. “Erosione continua e veloce perché i player tradizionali non riescono ad avere un approccio corretto all’unified communications perché non si tratta di vendere solio hardware, si tratta soprattutto di relazioni e avere capacità di business tali per fare relazioni e non è vendendo telefoni, ecc. che si fa unified communications”, spiega Osler.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore