Wildix: l’innovazione digitale è una disciplina. I system integrator imparino a rispettarla

Mercato
Cristiano Bellumat
0 0 Non ci sono commenti

L’Iot, l’innovazione digitale stanno dando un’accelerazione molto forte sull’evoluzione del sistema digitale, non solo italiano. Come sempre, i partner sono il supporto indispensabile per stare al passo. Un’analisi di Wildix che prende spunto da Gartner disegna il quadro del partner ideale

L’Iot, l’innovazione digitale stanno dando un’accelerazione molto forte sull’evoluzione del sistema digitale, non solo italiano. Come sempre, i partner sono il supporto indispensabile per stare al passo con l’accelerazione in corso, pertanto, se si scelgono male i system integrator, oppure non sono loro stessi in grado di aggiornarsi per rispondere alle nuove e veloci richieste di emrcato, il ‘castello’ potrebbe seriamente crollare.

E molti di loro sono caduti, come ha evidenziato Gartner in uno studio a cura dell’analista Steve Blood. Come deve essere dunque questo partner? Un partner che sia capace, non solo di garantire la qualità del prodotto/servizio offerto, ma che sia in grado recepire con puntualità gli stimoli provenienti dal mercato di riferimento, di anticiparli e di trasformarli in un’offerta che possa soddisfare a pieno le esigenze dei clienti da una parte e di incremento del business da parte dei system integrator dall’altra. Iot_shutterstock_319912157Oltre a ciò, gli installatori devono sempre più valutare con attenzione la specializzazione dei partner selezionati, che devono essere in grado di comunicare al mercato il proprio valore specifico e spingere verso le tendenze più innovative come cloud, big data, analytics, IoT e mobility.

Inoltre, per rendere i partner ancora più forti nei confronti dei competitor, è importante che la strategia partner dei vendor preveda incentivi, agevolazioni e un’attenzione costante alla formazione e all’aggiornamento. In linea con questi fattori chiave, capaci di decretare il successo o la disfatta di un system integrator, Wildix, attiva nello sviluppo di soluzioni VoIp e di applicazioni di Unified Communications, ha creato ecosistema per i propri partner, dove ciascun ambito aziendale è impegnato a facilitare e massimizzare il business del proprio canale.

“L’ufficio vendite con assistenza e affiancamento, il supporto tecnico, il percorso Academy che porta i tecnici a lavorare una settimana a contatto con gli sviluppatori dell’ufficio R&D di Wildix a Odessa, l’ufficio marketing, con un piano di condivisione di attività di branding e di lead generation. Tutto questo può realmente fare la differenza e costituire una scelta vincente per i system integrator di oggi”, dichiara Emiliano Tomasoni, direttore marketing Wildix Italia.

Cristiano Bellumat, Wildix
Cristiano Bellumat

“Perché oggi non possiamo accettare che il prezzo dell’hardware sia l’unico criterio per vincere una trattativa contro i competitor? Perché la battaglia di Wildix e del suo Ecosistema va combattuta sul piano del valore che un prodotto porta con sé. Il valore di una soluzione Wildix è il software che lo fa funzionare, ma non solo. Sono il lavoro e la professionalità dei partner a rendere il prodotto Wildix top class. È per questo che, ad esempio, abbiamo esteso la garanzia di tutto l’hardware Wildix a 5 anni e introdotto l’esclusiva garanzia ‘soddisfatti o rimborsati’ per i clienti finali”, ha sottolineato Cristiano Bellumat, direttore commerciale Wildix Italia.

“Quello che mi piace di Wildix è la flessibilità del sistema. È successo più volte che dovessimo personalizzare delle soluzioni presso i nostri clienti e queste customizzazioni con altri vendor non si riuscivano a fare. Inoltre spesso sono impiegate terze parti, mentre Wildix offre l’intera gamma di prodotti senza necessità di rivolgersi altrove”, a parlare è Roberto Zammarano, Amministratore Delegato di Emironet, system integrator con sede a Parma e partner Wildix.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore