Windows 10 S e Surface Laptop arrivano per la scuola

Prodotti

Microsoft guarda al mondo education, con una versione di Windows dedicata e un laptop Surface disponibile anche in Italia da metà giugno. La strategia per seminare nel futuro

Windows 10 S è il sistema operativo di Microsoft proposto sui device a basso prezzo (ma non solo) al servizio di insegnanti e studenti. Le applicazioni necessarie in questi ambiti si potranno scaricare direttamente da Windows Store, sottoposte a controlli di sicurezza poi saranno eseguite sul device, quindi localmente, indipendentemente dalla connettività.

Office 365 è ovviamente la suite d’eccellenza utilizzabile e da utilizzare con Windows 10 S, insieme a quelle più utilizzate in ambito STEM, per cui i tool di apprendimento, quelli di valutazione, tutti quelli che servono per pubblicare contenuti e ovviamente i necessari per l’interazione con le lavagne elettroniche. Per questo sistema operativo Microsoft Edge sarà il browser d’elezione.

Attraverso i partner di sempre Acer, Asus, Dell, Fujitsu, Hp, Samsung e Toshiba dovremmo presto vedere sistemi di computing a partire da 189 dollari, ma senza precludersi la via della commercializzazione di sistemi touch, premium e con Windows Ink. Si parte con l’arrivo dei primi dispositivi negli Usa (dove Chrome in ambito education ha fatto meglio che in altri contesti, ed eroso il dominio Microsoft) e poi si vedrà.

Con la commercializzazione di Windows 10 S, rigorosamente preinstallato sui device e non acquistabile a parte, arriva l’abbonamento a Office 365 for Education con Microsoft Teams gratuito e Minecraft: Education Edition con l’estensione di Code Builder in abbonamento gratuito per un anno. Teams invece è proposto per offrire a studenti e insegnanti un hub digitale di collaboration, insieme a OneNote Class Notebook per facilitare la condivisione dei contenuti.

Siamo chiari, Windows 10 S può scaricare solo app universal da Windows Store, in teoria quindi si potrebbe  utilizzare anche un altro browser se fosse nel catalogo, ma sembra invece che Edge sia quello di default e sia insostituibile. Non le applicazioni tradizionali dei sistemi Win32. E’ un primo limite, non insormontabile, ma che può segnare un distinguo nella scelta. Se ci si accorgesse di avere bisogno di installare, in parole povere, tutto quello che si vuole, come si vuole, sarebbe obbligatorio l’upgrade a Windows 10 Pro a pagamento.

Surface Laptop con Windows 10 S 

E’ dedicata invece agli studenti universitari, la proposta di Surface Laptop disponibile già in preordine in 20 Paesi, con a bordo Windows 10 S. Si tratta di un laptop che pesa appena 1,25 Kg con diagonale da 13,5 pollici (risoluzione 2256 x 1504pixel) e tecnologia PixelSense, touch, con il supporto per Windows Ink, che funziona con processori Intel di settima generazione, secondo il vendor questo Surface gode di un’autonomia di oltre 14 ore.

La tastiera è ricoperta con tessuto Alcantara e la digitazione è del tutto silenziosa, una caratteristica che può tornare utile nelle aule, ma che non riteniamo criterio di preferenza, anzi, siamo convinti che abbia consentito anche un po’ di risparmio rispetto a quella tradizionale dei laptop Surface. In preordine in italia questo Surface Laptop costa 1169 euro, con Intel Core i5 (ma ci sono versioni anche con Intel Core i7 più Ram e più spazio disco), 4 Gbyte di Ram e 128 Gbyte di disco SSD.

La proposta comprende Office 365 per un anno in abbonamento. Da notare che la configurazione top con 512 Gbyte di SSD, 16 Gbyte di Ram e Intel Core i7 ha un prezzo più che allineato con quello di un laptop di fascia top (oltre 2500 euro). I modelli top con Intel Core i7 arrivano ad agosto, in tempo per il back to school.

Surface Laptop_2
Microsoft Surface Laptop

In una proposta di questo tipo, che entra in competizione diretta con la proposta MacBook Air, il punto di forza è che la dotazione di Windows 10 S non deve essere considerata costrittiva. Microsoft stessa sulle pagine di prevendita evidenzia la possibilità di passare a Windows 10 Pro a fronte di  un piccolo sovrapprezzo. E non è nemmeno giusto equiparare la soluzione e Windows 10 S alla proposta Chrome OS, perchè in questo caso si lavora in locale, e si può farlo sempre, anche senza connettività, senza differenza d’esperienza.
Windows 10 S è più snello della versione Pro, ma intelligentemente consente anche l’avvio da dongle USB con altri OS.

In un certo senso con Surface Laptop e Windows 10 S ci ritroviamo di fronte a una macchina indubbiamente meno esposta, senza precludersi la possibilità di renderla a tutti gli effetti un laptop su cui si installa quello che si vuole (non solo app da Windows Store) pagando un minimo prezzo supplementare per passare a Windows 10 Pro. La licenza di Windows 10 S a livello OEM dovrebbe comunque avere un prezzo pagato dai clienti, considerato che l’update a Windows 10 Pro costerà circa 50 euro che non è il prezzo di listino. In ultimo: sono serviti tutti i sostenitori – e non siamo certo tra quelli – per cui il futuro sarebbe stato tutto per i 2-in-1 e gli ibridi. Scuola e lavoro, evidentemente hanno ancora bisogno di altro, come abbiamo sempre sostenuto.   

Ci lascia invece un po’ perplessi la dotazione di porte per cui sono previste una presa USB 3.0, una mini-display, Surface Connect, ma niente USB Type C e niente lettore di schedine, per cui l’acquisto di una dock potrebbe rivelarsi necessario. 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore