Yahoo! archivia una buona trimestrale grazie alla domanda di advertising e taglio dei costi

News
andamento, economia, mercato@shutterstock

il Ceo di Yahoo! Marissa Mayer archivia il terzo trimestre registrando profitti da 1.09 miliardi di dollari. Le entrate nette ammontano a 3.16 miliardi di dollari contro i 293.3 milioni di dollari di un anno fa, ma 2.8 miliardi vanno attribuiti alla cessione di Alibaba

Yahoo! non delude: grazie a un aumento della domanda advertising e al taglio dei costi, il Ceo Marissa Mayer archivia il terzo trimestre registrando profitti a quota 35 centesimi per azione e fatturato da 1.09 miliardi di dollari, oltre le attese degli analisti. Le entrate nette ammontano a 3.16 miliardi di dollari, pari a 2.64 dollari per azione, contro i 293.3 milioni di dollari o 23 centesimi per azione di un anno fa, ma 2.8 miliardi vanno attribuiti alla cessione di Alibaba.  Il fatturato dai banner si attesta a 451.6 milioni di dollari, mentre i ricavi dalla ricerca online sono saliti dell’11% a 414.1 milioni di dollari. Mayer, quinto Ceo in quattro anni, vuole modernizzare il portale Yahoo! per renderlo più smartphone-friendly. Yahoo! per svoltare deve tuffarsi nell’onda Mobile, per trarre vantaggio dal mercato pubblicitario. EMarketer stima che il mercato dell’advertising online sia proiettato verso una crescita del 17% a 37.3 miliardi di dollari quest’anno.

Il Ceo Mayer, ex stella del firmamento Google, dove ha lavorato al top per 13 anni consecutivi, tornata al lavoro a poche settimane dal parto, alla conference call ha annunciato di voler focalizzare gli sforzi di Yahoo sulle “abitudini quotidiane degli utenti, dall’email all’home page, dalla ricerca online ai dispositivi mobili. La 37enne Mayer vuole riportare Yahoo! alle sue radici tecnologiche, per vincere. Migliorare le performance e trovare nuove opportunità nei business esistenti, è essenziale: per esempio il search ha chiare potenzialità.

Ma la priorità del Ceo Marissa Mayer  una strategia coerente nel Mobile, per gestire la transizione dall’era desktop a quella Mobile (smartphone e tablet). Anche Facebook e Google sono da tempo impegnati in questo cambio di paradigma. Ma Yahoo! ha ancora 700 milioni di utenti. Ora Yahoo! eve assumere più ingegneri specializzati nel mobile, e un giorno metà del lavoro tecnico di Yahoo! sarà concentrato proprio sul mobile. La transizione durerà più anni, ma Yahoo! ha un futuro luminoso, se seguirà l’onda Mobile. Yahoo! non ha mai sviluppato un suo OS mobile, a differenza di Google (Android) e di Apple (iOS). Yahoo! potrebbe essere interessata ad acquistare.

Secondo indiscrezioni stampa, la società potrebbe essere interessata all’acquisto di Opentable o Millenial Media. Secondo l’Ansa, Opentable è il gruppo che, online, consente di effettuare prenotazioni nei ristoranti. Millenial Media è una società specializzata nello sviluppo della pubblicità nella telefonia mobile. Ambedue le acquisizioni consentirebbero a Yahoo! di crescere nella raccolta pubblicitaria e fidelizzare i consumatori.

Riguardo all‘accordo decennale siglato con Microsoft, Marissa Mayer lo ritiene “deludente“: ma l’alleanza con il colosso di Redmond  offre a  Yahoo maggiore controllo sull’esperienza della ricerca online, e Yahoo! sta beneficiando del flusso di ricavi garantito dall’accordo.

il titolo di Yahoo! ha perso il 2.2% dall’nizio dell’anno, ma da quando Marissa Mayer è stata nominata Ceo, Yahoo! è tornata ad assumere talenti e ad essere un’azienda cool della Silicon Valley. Lo dimostrano la nomina a operating chief di Henrique de Castro, ex top manager di Google, e di Ken Goldman, ex Fortinet a sostituire Tim Morse nel ruolo di chief financial officer, e di Kathy Savitt  (ex American Eagle Outfitters) a guidare il marketing.

QUIZ – Conoscete la galassia Yahoo?

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore