ZoneAlarm traccia il vademecum per fare lo shopping in sicurezza

Strategie
security, sicurezza@shutterstock

ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software, traccia le linee guida per fare shopping in sicurezza. Uno studio condotto negli Usa dalla National Retail Federation prevede che i consumatori spenderanno circa il 4,1% in più durante queste giornate di festa rispetto agli anni precedenti. Ma attenzione alle truffe, ecco qualche accorgimento

ZoneAlarm, divisione consumer di Check Point Software, traccia le linee guida per fare shopping in sicurezza. Uno studio condotto negli Usa dalla National Retail Federation prevede che i consumatori spenderanno circa il 4,1% in più durante queste giornate di festa rispetto agli anni precedenti. Purtroppo, non saranno solo i rivenditori ad utilizzare incredibili offerte per invogliare i consumatori a investire i propri sudati risparmi durante i giorni dedicati allo shopping, ma anche i criminali informatici si adopereranno per proporre le truffe online più seducenti.  E se non si prendono le necessarie precauzioni, l’allegria che caratterizza abitualmente le vacanze natalizie potrebbe essere messa a dura prova. Che si decida di fare shopping ora o più avanti, è consigliabile tenere sempre ben presente  questa lista di raccomandazioni che possono aiutare a stare alla larga da alcune minacce legate alla sicurezza, frequenti durante le festività  – ma non solo – e farne tesoro.

Assicurarsi sempre della veridicità dell’offerta. Prestare attenzione quando si clicca sui link presenti nelle e-mail contenenti offerte, anche se sembrano provenire da un’azienda dal marchio prestigioso. I link malevoli potrebbero infettare il computer con malware o condurvi a un sito di phishing, appositamente progettato per trafugare le informazioni. Un modo rapido per determinare la legittimità di un’offerta o di un affare è semplicemente quello di andare direttamente al sito web della società o azienda.

Acquistare solo su siti fidati. In caso di pagamento online, assicurarsi che il sito sia protetto, ovvero certificato SSL (Secure Sockets Layer ) (l’indirizzo Web deve iniziare con https:// e contenere una piccola icona a forma di lucchetto vicino ad esso). Durante la transazione i siti web protetti SSL eseguono la crittografia di informazioni riservate quali – ad esempio – i numeri di carte di credito. È inoltre possibile fare clic sull’icona del lucchetto per verificare l’identità del proprietario del certificato.

Evitare di farsi abbindolare da falsi messaggi di vincita. Non rispondete a e-mail o messaggi di testo che vi comunicano di aver vinto un concorso o lotteria a cui non avete mai partecipato. Anche se questi tipi di truffe phishing solitamente vengono inviate via e-mail, ora si stanno diffondendo anche attraverso i telefoni cellulari. Conosciute anche come “smishing”, queste truffe contenute nei messaggi di testo, tipicamente chiedono di digitare un codice di 5 cifre per una specifica chiave mobile che – a sua volta – spesso genera  l’invio di SMS indesiderati, con tanto di tasse e spese di sottoscrizione. E’ sufficiente eliminare il messaggio di testo.

Aggiornare il browser. Assicurarsi che il proprio browser sia aggiornato con l’ultima versione. Questo aiuterà a evitare che i criminali informatici sfruttino le vulnerabilità delle versioni precedenti durante la stagione dello shopping natalizio. Nonostante possa sembrare inopportuno, è consigliabile disabilitare Java. Il programma sta combattendo un gran numero di vulnerabilità di sicurezza. Questo potrebbe sacrificare la funzionalità alcuni siti web , ma evita potenziali attacchi drive-by download che potrebbero infettare il vostro PC.

Utilizzare carte di credito virtuali. Considerare l’utilizzo di carte di credito “virtuali” per lo shopping online anziché la propria reale credit card per addebiti e accrediti. Si tratta di carte provvisorie – o “usa e getta” – emesse da banche o società di carte di credito, gratuite o a fronte di un importo minimo di spesa. Le carte di credito virtuali sono in genere utilizzabili una volta sola o l’importo caricato su di esse è limitato quindi, anche nell’ipotesi che un criminale informatico riesca ad impossessarsi del suo codice, il proprio reale conto in banca non è a rischio.

Impostare una e-mail dedicata. Molti siti di vendita al dettaglio richiedono un indirizzo e-mail per creare un account, effettuare il login e fare acquisti. A tale scopo è consigliabile impostare e utilizzare un account e-mail dedicato, per poi procedere con tranquillità allo shopping natalizio. Questo può aiutare a ridurre gli attacchi di spam e phishing sul proprio abituale account di posta elettronica personale, oltre a ridurre il rischio che le proprie informazioni personali vengano trafugate.

Aggiornare il software di protezione. Come sempre assicurarsi che il software di sicurezza sia in esecuzione e up-to-date. Esiste una vasta gamma di soluzioni di sicurezza gratuite tra cui scegliere, come ad esempio ZoneAlarm Free Antivirus + Firewall, o quantomeno optare per una soluzione che disponga di antivirus e firewall bidirezionale. Senza una minima protezione si diventa estremamente vulnerabili agli attacchi online.

In sostanza: i criminali informatici tentano sempre di sfruttare il periodo delle vacanze (natalizie o estive che siano) per prendere di mira proprio gli utenti di Internet. Ma seguendo alcune semplici precauzioni e il proprio buon senso, è possibile essere pronti ad approfittare delle vendite on-line su tutti i tipi di beni, divertenti e piacevoli, in offerta nelle vetrine di quest’anno.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore