Zte: niente partner-magazzino per il canale

Strategie
Fabio Di Marco

Zte ha lanciato un progetto europeo chiamato channel selling. Oggi si delinenano i tratti strategici e gli obiettivi di sviluppo sul canale

Serie ridotta di gold agent che non facciano solo da magazzino ma progetti e diano assistenza anche dopo le vendite.

Zte, società quotata alla Borsa di Hong Kong e di Shenzhen e fornitore di soluzioni di telecomunicazione cinese, punta al canale e ampliare il focus sui partner. “A inizio anno – spiega Fabio Di Marco, direttore marketing e business development di Zte Italyabbiamo lanciato in Europa il progetto channel selling che mira d avere partner con esperienza e competenza in settori merceologici affini e geografici e ci aiutassero a vendere meglio e proporre sul mercato prodotti che da soli non riusciremmo a rendere disponibili. L’idea è stata quella di trovare partner italiani che già lavorano nel settore, che distribuiscano la tecnologia, capiscano le esigenze e restino sul cliente anche dopo la vendita stessa. I partner – prosegue – dovranno avere un ritorno economico e coccolare il cliente con servizi, per questo non escludiamo finanziamenti agevolati”.

Fabio Di Marco
Fabio Di Marco 

Zte punta allo sviluppo di nuove tecnologie e servizi e non può permettersi uno strappo tecnologico tra l’attuale e il futuro. “Non si esclude che qualche nostro partner attraverso accordi di categoria possa parlare a gruppi di piccoli clienti e rendere la videocomunicazione più semplice”. Zte ha registrato nel 2011 un aumento di fatturato del 29% attestandosi su 13,7 miliardi di dollari. Un aumento, secondo una nota dell’azienda, dovuto al numero di richieste di brevetti Pct, con 2.826 domande di cui oltre il 60% relative a terminali smart e a nuove tecnologie come Lte/3G, cloud computing.

L’intenzione di Zte è puntare su sistemi di telecomunicazioni avanzate, progetti di videocomunicazione e soluzioni anche per piccole aziende. E per il futuro? “Sistemi di videocomunicazioni più sofisticato. Per ora abbiamo due partner ma per fine anno aumenteremo la quota, vogliamo aziende giovani”.

E per dimostrare l’impegno sul canale, Zte ha firmato un accordo generale di distribuzione con Vitec, azienda tedesca con sede a Mainz, per la vendita di sistemi di videoconferenza in Germania. L’accordo consente al partner di offrire ai propri clienti soluzioni enterprise per videoconferenza.

E, da pochi giorni, l’annucnio della firma di un nuovo accordo. Si tratta del distributore polacco Netin per la commercializzazione di dispositivi di videoconferenza/videocomunicazione in Polonia.    L’accordo prevede la distribuzione in esclusiva delle soluzioni di videocomunicazione  Zte.

Attiva nel settore It da più di 19 anni, Zte ha fornito apparati ad alcuni dei principali operatori di tutto il mondo. I sistemi di videocomunicazione Zte sono stati impiegati in ambienti molto diversi tra loro, quali la logistica, il campo delle emergenze mediche e le attività di e-business.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore